Donna Moderna
FocusJunior.it > Tecnologia > Robotica > I robot ruberanno il nostro lavoro?

I robot ruberanno il nostro lavoro?

Stampa

Il lavoro del futuro? Potrebbe essere svolto da un robot. Ok, ma a noi che cosa rimane? Uno studio della Oxford University ha analizzato la percentuale di rischio che un lavoro venga "rubato" in futuro dai robot. Scopriamo quindi che cosa sarebbe meglio fare per non vedersi il lavoro soffiato da un non-umano.

Ti piacerebbe fare il cuoco? L'ingegnere? L'astronauta? 

Beh, e chi ti dice che tra un po' di anni non sarà un'altra persona a "soffiarti" il posto di lavoro, durante un comunissimo colloquio, ma un ROBOT?

 

COOOOME? Un robot che mi soffia il lavoro?

 

Eh sì, la nostra vita è sempre più automatizzata. E' comodo, è vero, che ci sia la tecnologia a fare lavori un po' noiosi e ripetitivi e che a noi non vanno proprio. Ma se, con il passare degli anni, loro dovessero diventare sempre più specializzati tanto da rubarci il lavoro da sotto al naso?

 

C'è un sito che può predirlo. Si chiama "Will Robots take my job?" e si digita l'occupazione che si vorrebbe fare per scoprire la percentuale di rischio.

 

Il cassiere? Il meno sicuro? Il più sicuro il coreografo!

 

Il cassiere è tra i lavori con il più alto rischio (97%), seguono cuochi (94%) e impiegati nella vendita al dettaglio (92%).

 

pixabay

Per contro, tra i lavori che meno hanno da temere ci sono i coreografi (0,4%), i farmacisti (1,2%) e gli ingegneri (1,4%) considerati "totalmente sicuri".

Ci sono anche altri lavori creativi, come il fotografo (3%), il giornalista (6,7%) o il ballerino (13%).

 

I risultati delle ricerche si basano su una indagine condotta dalla Oxford University nel 2013 che fece da apripista all'argomento. Da questi dati, Mubashar Iqbal e Dimitar Raykov hanno creato il sito, aggiungendo anche valori statistici.

 

Scopri tutto sui robot!