10 tappe fondamentali nella ricerca sull'intelligenza artificiale

 Stampa
icub_01

Che cos'è l'intelligenza artificiale? Chi l'ha inventata, perché e quando? Scopriamo l'origine di questa parola che ora è sulle labbra di tutti e che, nel prossimo futuro, ci rivoluzionerà la vita. E alcune delle sue tappe fondamentali.

Di Intelligenza Artificiale, gli scrittori di fantascienza parlano da sempre e perfino il grande Leonardo da Vinci ebbe un'intuizione in tal senso. Ma è sul finire degli anni '90 del secolo scorso che l'I.A. è diventata un tema per il pubblico e non solo per gli scienziati.

Nel 1999 comincia a scodinzolare Aibo (sotto), il cane robot di Sony: riconosce l'ambiente e si evolve in base agli stimoli che riceve.

Nel 2000 Honda (la casa automobilistica) progetta Asimo, un robottino che assomiglia a un astronauta: riconosce i suoi interlocutori, parla, corre, balla e gioca a calcio. E, come nella foto sotto, sa pure fare il direttore d'orchestra.

Nel 2003 nasce Actdroid (sotto), un androide (ossia un robot con sembianze umane), presentato dall'Università di Osaka. Ha sembianze femminili e parla, batte le palpebre e sembra respirare.

In Italia, nel 2013 nasce iCub (sotto), l'androide bambino, una delle più originali tappe nella storia dell'Intelligenza Artificiale.

 

Mentre è notizia di questi giorni che Sophia, l'androide, ha parlato alle Nazioni Unite a New York!

 

Cosa ci riserva il futuro? La scienza ritiene che dal 2030 non sarà più possibile distinguere un uomo da un androide. Mancano appena 13 anni, ci riusciremo?

 

In attesa di scoprirlo vediamo insieme, in questa fotogallery, le prime tappe importanti di questo strabiliante percorso verso la creazione di macchine che pensano come gli uomini!

13 Ottobre 2017
Non ci sono ancora commenti!
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!

ULTIME NEWS
Emoji: come si inventano?
15 Ottobre 2017 
Condividi
Alla scoperta dell'intelligenza artificiale
07 Ottobre 2017 
Condividi
SEGUICI        
ABBONATI
© 2016 Mondadori Scienza Spa | P.IVA 09440000157 | Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.