Donna Moderna
FocusJunior.it > News > “Marvel’s Spider Man”: la recensione del videogame più atteso del 2018!

“Marvel’s Spider Man”: la recensione del videogame più atteso del 2018!

Stampa

Abbiamo provato il nuovo gioco Marvel’s Spider-Man per PlayStation 4 e ci ha davvero entusiasmato! Non vediamo l’ora di tornare a dondolare tra un grattacielo e l’altro con le nostre ragnatele

Il supereroe Spider-Man ed il suo alter-ego Peter Parker lo conoscono tutti grazie a tanti film, fumetti, cartoni e videogiochi, ma qui potrai vivere una storia tutta nuova.

Un videogame che riserva sorprese!

Non si parte dal morso di ragno radioattivo, ma Peter è Spider-Man già da diversi anni: sai usare benissimo i suoi poteri, collabori con la Polizia, i cittadini per la strada ti riconoscono e ti chiedono un selfie o di battere il 5 quando li incontri. Ma dopo l’inizio del gioco le cose cambiano velocemente e succederanno eventi emozionanti che ti faranno capire che anche un supereroe deve comportarsi da adulto responsabile, accettare l’aiuto ed il consiglio degli altri, fare scelte difficili per il bene di tutti.

Insomma, essere un supereroe non è solo combattere i cattivi ed usare i super poteri per salvare gli innocenti, ma è anche crescere, prendersi le proprie responsabilità e diventare adulti.

Ecco dove inizia il gioco: dal monolocale del giovane Peter Parker, che è pronto ad indossare la tuta di Spiderman per combattere il crimine.
Credits: Marvel

Rispetto alle storie classiche di Spiderman, qui Peter non lavora come fotoreporter ma è un brillante scienziato con l’obiettivo di sviluppare un rivoluzionario tipo di braccia e gambe artificiali per aiutare chi le ha perse per incidenti o malattie. È Mary Jane che lavora come giornalista per il quotidiano “Daily Bugle” (che si potrebbe tradurre “La strombazzata giornaliera”) e non perde l’occasione per mettersi nei guai per uno scoop.

Il combattimento è fenomenale: non ci si ferma un attimo, si continua a saltare da una parte all’altra come una pallina da ping-pong colpendo i nemici senza fermarsi mai, con mosse spettacolari e utilizzando i fantastici gadget inventati da Peter.

Ma attenzione!

Spiderman è un supereroe e non uccide mai nessuno – anche i cattivi che vengono lanciati giù dai grattacieli si possono ritrovare appiccicati alla parete dell’edificio con le ragnatele.

Ecco alcuni dei boss che Spidey dovrà affrontare durante la sua avventura: Negative Man con i suoi poteri demoniaci, Electro e le sue scosse elettriche, Scorpion con la sua coda velenosa e Shocker con le sue onde d’urto.
Credits: marvel

Questo gioco ci è piaciuto particolarmente perché non ti stufa mai: c’è sempre qualcosa da fare, un nuovo gadget da provare, una nuova abilità da sbloccare, una nuova area da esplorare. Di solito nei videogiochi open-world come questo ci sono dei compiti noiosi e ripetitivi da fare… qui no, grazie soprattutto alla città.

Un'ambientazione viva

Il gioco è ambientato a New York e potrai ritrovare tutti i luoghi simbolo di questa città che già conosci: l’Empire State Building, Central Park, Times Square, ecc.

Ci sono anche diversi luoghi presi dall’universo Marvel: la Torre degli Avengers, la casa di Doctor Strange, l’Agenzia Investigativa di Jessica Jones, la palestra di Daredevil e tanti altri.

Ovviamente non poteva mancare un bel selfie dalla cima del famoso grattacielo di New York, l’Empire State Building.
Credits: Marvel

La città non è una copia esatta, è un po’ più piccola (circa un quarto di quella reale) ma questo permette di attraversarla dondolandosi con le ragnatele in modo piuttosto comodo e veloce. Ecco, saltare tra i grattacieli sopra una città viva, piena di traffico e gente è un’esperienza davvero incredibile – soprattutto più avanti nel gioco, quando avrai sbloccato i potenziamenti che ti faranno andare più veloce.

E come in ogni film Marvel che si rispetti, c’è anche il cameo del creatore dei fumetti Stan Lee!

Riuscirai a trovarlo?