Donna Moderna
FocusJunior.it > Tecnologia > La plastica: da rifiuto a nuova materia. Da bottiglie a coperte!

La plastica: da rifiuto a nuova materia. Da bottiglie a coperte!

Stampa


Clicca sul contatore, vogliamo arrivare a 10.000 bottiglie riciclate. Partecipa anche tu!
Clicca ogni giorno sul nostro contatore! Contribuirai a donare 500 coperte di "pile" ottenute dal riciclo delle bottiglie di PET. Il consorzio COREPLA regalerà queste coperte all' Opera di San Francesco per i Poveri , una ONLUS che si occupa di assistere i bisognosi.
Cosa aspetti? Ricicla e ri-clicca ogni giorno!
Per saperne di più su COREPLA, www.corepla.it
Per saperne di più sull'Opera San Francesco, www.operasanfrancesco.it
Separare in casa gli imballaggi in plastica, evitando di mischiarli con quello che non c'entra niente, poi metterli negli appositi contenitori per la raccolta differenziata: il nostro lavoro di cittadini attenti finisce qui, ma la strada del riciclo è ancora lunga! Prima di tutto, la plastica raccolta viene portata negli impianti di selezione (in Italia ce ne sono una quarantina, dal Trentino alla Sicilia) dove i diversi tipi di imballaggi vengono ripuliti dai corpi estranei che possono essere finiti nella raccolta.
È qui che, grazie a speciali macchinari che distinguono automaticamente i diversi tipi di plastica, il materiale raccolto viene separato per formare dei cumuli omogenei: bottiglie di acqua e bibite (PET) divise a loro volta in colori, azzurrate e colorate miste; flaconi dei detersivi (l'HDPE); pellicole da imballaggio (LDPE); cassette per la frutta; plastiche miste riciclabili. I materiali selezionati, infine, passano atraverso grandi presse dove vengono ridotti in balle per facilitarne il trasporto e sono venduti e inviati ad altre industrie che procedono alla fase di riciclo vero e proprio.
I diversi tipi di imballaggi selezionati e divisi sono sottoposti a successive lavorazioni: macinazione, lavaggio e infine essicazione . In questo modo si ottengono, a seconda del materiale: scaglie oppure foglie (coriandoli) molto piccole, che in alcuni casi vengono poi rigranulate, cioè trasformate in piccole "lenticchie" . Solo a questo punto il riciclo è completo: si arriva ad avere una "materia prima seconda" pronta per essere utilizzata in sostituzione delle materie plastiche "vergini", cioè ottenute direttamente dalla lavorazione del petrolio.
Vuoi diventare un vero "professionista" della raccolta diferenziata e del riciclo degli imballaggi in plastica? Vuoi lasciare a bocca aperta i tuoi compagni, i tuoi genitori e magari pure i tuoi insegnanti? Allora vai sul sito www.corepla.it e sbizzarrisciti! Ricordati che c'è anche una sezione speciale " coreplascuola " con tanti materiali, giochi, esperienze, filmati; ma, se ancora non ti basta...fai le tue domande impossibili a coreplascuola@corepla.it : ti risponderà direttamente Corepla , il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclaggio e il recupero dei rifiuti di imballaggi in plastica!

ULTIME NEWS