Donna Moderna
FocusJunior.it > Tecnologia > La bici del futuro ci porterà in giro da sola?

La bici del futuro ci porterà in giro da sola?

Stampa

Tempo fa un video di Google mostrava una bici iper-tecnologica che faceva tutto da sola...peccato che fosse uno scherzone! La realtà, però, non è poi così lontana. Scopri perché.

Per qualche istante ci eravamo illusi, ma poi lo scherzo è stato smascherato dalla data: era il Primo Aprile, giorno di scherzi cui negli ultimi anni hanno aderito anche le grandi aziende con bufale e lanci di prodotti inventati.

 

Questo è il caso della E-Bike pubblicizzata il 1 aprile 2016 da Google: nel video promozionale infatti, alcune biciclette sofisticatissime stupivano gli abitanti di Amsterdam (città dive la bici è il mezzo di trasporto più diffuso) grazie ad incredibili automatismi che, purtroppo, si sono rivelati essere solo uno scherzo.

Ma allora non esistono Bici così avanzate?

No, o meglio non ancora.

 

Le biciclette di domani infatti, anche se difficilmente potranno "camminare" da sole, miglioreranno continuamente le proprie prestazioni, soprattutto se combinate con la tecnologia degli smartphone.

 

Oltre ai materiali, sempre più leggeri e resistenti, la bicicletta diverrà un mezzo computerizzato dotato di strumenti utili alla "navigazione" (sensore Gps in grado di avvisare la presenza di asfalto bagnato, buche o addirittura l'arrivo della pioggia) sia alla sicurezza personale, grazie all'introduzione di airbag e segnali laser capaci di segnalare la presenza del mezzo fino a sei metri di distanza.

 

Inoltre speciali sensori sui pedali connessi con apposite applicazioni sullo smartphone, potranno comunicare i dati riguardanti la salute (battito cardiaco. calorie bruciate) e i chilometri percorsi dal ciclista.

 

Pedalare non sarà più la stessa cosa!

 

GUARDA IL VIDEO-PESCE D'APRILE DI GOOGLE!