Donna Moderna
FocusJunior.it > Tecnologia > Invenzioni > Chi ha inventato la televisione? Oggi è un giorno importante!

Chi ha inventato la televisione? Oggi è un giorno importante!

Stampa
Chi ha inventato la televisione? Oggi è un giorno importante!

Come oggi, 90 anni fa, a Londra, venne fatta la prima dimostrazione di un'invenzione che avrebbe cambiato il mondo: la televisione. Ecco perché il 26 gennaio è una data storica.

Quando ne guardiamo troppa  i nostri genitori ci rimproverano . Eppure non ne possiamo fare a meno. Nessuno, in realtà, può ormai fare a meno della tv!

Eppure,  il 26 gennaio del 1926, ben 90 anni fa, nessuno pensava che la televisione avrebbe cambiato così tanto la nostra vita . Nemmeno il suo inventore, l'ingegnere scozzese  John Logie Baird. Ma andiamo con ordine.

Un'idea lunga 40 anni

La storia dell'invenzione della televisione inizia, in realtà, alla fine del 1800, ben due secoli fa! Precisamente  il 24 dicembre del 1883, grazie a uno speciale disco bucherellato inventato dal tedesco Paul Gottlieb Nipkow.

Si trattava di un semplice disco pieno di fori disposti a spirale che, ruotando, analizzava le immagini: in pratica il principio base su cui si fonda la tv.
Il sistema visto oggi fa sorridere (è molto rudimentale), tuttavia era troppo avveniristico per la tecnologia dell'epoca e non venne mai costruito.

Passarono così ben 42 anni. Fin quando, cioè, l'ingegnere scozzese John Logie Baird, il 25 marzo 1925, dal centro commerciale Selfridges di Londra dimostrò pubblicamente il funzionamento del suo "televisor".

Fu un successo!

John Logie Baird e la televisione
John Logie Baird dimostra il funzionamento del suo "televisor"
Credits: Wikipeda Commons

Qualche mese dopo,  il 2 ottobre 1 925 , avvenne la prima trasmissione televisiva dal laboratorio di Baird alla stanza a fianco. La prima immagine trasmessa fu il viso di un fattorino del laboratorio di Baird, William Taynton.

Circa tre mesi dopo, il 26 gennaio 1926, lo scienziato scozzese trasmise da una stanza all'altra il viso della sua socia Daisy Elizabeth Gandy, alla presenza della stampa: la tv era nata.

Due anni dopo l'ingegnere trasmise un segnale televisivo non tra due stanze ma tra due città distanti 700 km, ossia Londra e Glasgow , grazie a una comune linea telefonica.
Nel 1928, fece la prima trasmissione transoceanica, da Londra a New York e, sempre quell'anno, trasmise le prime immagini a colori.

La televisione di Baird si basava su un insieme di componenti meccanici (il disco di Nipkow, lo vedete nella foto qui a destra) ed elettrici. Per questa ragione venne chiamata televisione elettromeccanica.

Tuttavia il suo sviluppo durò poco

Nel 1939 , infatti, questo sistema di tv fu abbandonato in favore della televisione completamente elettronica, che aveva prestazioni molto migliori. Questa tecnologia fu  dimostrata il 7 settembre 1927 dall'americano Philo Farnsworth a San Francisco.

Anche Farnsworth partì da un'idea che risaliva al 1800, precisamente dal tubo a raggi catodici (vi ricordate lo schermo di vetro delle vecchie tv?  È  il tubo a raggi catodici) che fu inventato dal fisico tedesco Ferdinand Braun nel 1897.

Nell'invenzione della tv  la vecchia Europa  ha detto la sua!
Nel video qui sotto vediamo come funzionava la tv meccanica di Baird.

Clicca sul link per saperne di più sulla nascita della televisione in Italia