Donna Moderna
FocusJunior.it > Tecnologia > Di che cosa si occupa esattamente un programmatore informatico?

Di che cosa si occupa esattamente un programmatore informatico?

Stampa

Il mondo informatico è il mondo degli esperti di internet, degli hacker e... del futuro. E il programmatore informatico e di app è una delle figure più note. Ma chi è e cosa fa, esattamente, un programmatore informatico?

Cosa fa un programmatore informatico? Come fa a progettare il software di programmi per pc e app per tablet e smartphone? 

 

Sia che lavori in proprio o nella squadra di una azienda multinazionale, principalmente un programmatore informatico risolve i problemi,  fornendo una soluzione sotto forma di programma software (in gergo "algoritmo risolutivo"). Il punto di partenza di questo lavoro è, di solito, un problema che un azienda o un privato deve fronteggiare e risolvere. Se si lavora per un'azienda capace di organizzare progetti in modo ben definito, di solito anche i problemi da affrontare saranno chiari e verranno illustrati bene.

 

Un esempio (noioso) è legato al mondo della finanza : gli informatici che lavorano per gli istituti di credito lavorano in team piuttosto grandi, per sviluppare l'insieme di programmi - per esempio -  per la gestione delle transazioni (e qui entrano in gioco settori ben specifici dell'informatica, come quello della gestione dei flussi di rete, il networking, la sicurezza e i sistemi per l'individuazione  delle frodi).

 

Un esempio più accattivante è quello che riguarda, invece, il mondo dei videogame: qui il problema  risponde alla domande "come faccio a trasformare in un gioco tutti i  concetti e le idee dei game designer?"

Oppure "come faccio a disegnare e animare in modo realistico delle automobili che sfrecciano lungo una pista?" E ancora "come faccio a fare in modo che i  personaggi interpretati dal computer mostrino un'intelligenza quasi  umana?".

La risposta a tutte queste domande si chiama creatività: il più delle volte sarai tu a scegliere la strada per trovare la soluzione. In questo campo, infatti, sono noti i dati iniziali di un problema e l'obiettivo che si vuole  raggiungere; in mezzo, però, c'è una enorme scatola vuota che ognuno riempie a proprio modo. Chi farà un corso di studi in informatica scoprirà che gli verranno dati tutti gli strumenti necessari per riempire questa  scatola. Esattamente come, per un meccanico, gli strumenti di lavoro sono rappresentati dalle chiavi  inglesi, cacciaviti, eccetera.