Donna Moderna
FocusJunior.it > Tecnologia > App > Privacy e app | Ecco come tenere al sicuro i propri dati personali

Privacy e app | Ecco come tenere al sicuro i propri dati personali

Stampa

Da qualche giorno i giornali e la tv non fanno altro che parlare di privacy in rete. Ma che cos'è la “nostra” privacy? Perché è importante? E come facciamo a proteggerla quando installiamo una nuova app nel nostro smartphone o tablet?

Quando si parla di privacy, di solito ci si riferisce al fatto che si deve fare attenzione nel postare foto, commenti e dati personali sui social. Questo è certamente vero, ma c'è un aspetto molto più sottile e che non è sempre evidente: le app possono ficcanasare nel nostro smartphone e sul tablet senza che ce ne rendiamo conto.

 

E intendiamo tutte le app, non solo quelle per i grandi: e dunque anche quelle con i giochi, quelle per imparare e per studiare.

 

A volte si tratta di... spioni innocui, perché non leggono quelli che vengono chiamati i “dati personali sensibili”. A vote invece, per non dire spesso, le app potrebbero leggere e trasmettere al produttore il nostro nome, i contatti che abbiamo nello smartphone, le foto e i video in memoria. Per non parlare delle nostre abitudini e perfino del nostro stato di salute

 

Cosa fare prima di installare un'app

Ecco perché, prima di installare un'app, è necessario essere consapevoli di quali dati andrà a leggersi. Perché è certo: tutte le app che si installano leggono almeno una parte dei dati che contiene il nostro smartphone. Per non dire delle app che possono attivare il microfono o la fotocamera.

 

Perciò è fondamentale scegliere e installare le app essendo consapevoli di che tipo di dati queste andranno a leggere, in modo di essere consapevoli dei rischi che potrebbe correre la nostra privacy.

Giovanni Ciraudo Photographer

Il modo corretto per minimizzare i rischi è quello di leggersi con attenzione la lista di “cose” che l'app farà, nel nostro telefono o smartphone, una volta che la abbiamo installata. E, se non siamo d'accordo, evitare di installarla. Purtroppo infatti, di solito l'unica possibilità che abbiamo riguardo alle app che ci interessano è quella di accettare o rifiutare in blocco le condizioni d'uso poste dal produttore. Non possiamo scegliere quale sì e quale no.

 

È una scelta radicale, ma dobbiamo pensare che la nostra privacy è molto più importante di qualunque app. Soprattutto perché, una volta diffuse è impossibile recuperare e rendere di nuovo private le informazioni che riguardano la nostra sfera personale.

 

Vediamo ora "APP-prova di privacy", il video creato dall'Autorità Garante per la protezione dei dati personali che ci racocnta cosa dobbiamo sapere e come dobbiamo agire per tutelare la nostra privacy quando si scaricano le applicazioni.

 

App