Donna Moderna
FocusJunior.it > Tecnologia > 5 curiosità sulle emoji che potresti non sapere

5 curiosità sulle emoji che potresti non sapere

Stampa
5 curiosità sulle emoji che potresti non sapere
pixabay

Fanno parte della nostra vita di tutti i giorni e noi quasi non ce ne accorgiamo. Sono le emoji, le faccine che usiamo su WhatsApp, Instagram e Snapchat. Abbiamo raccolto cinque curiosità su di loro che potrebbero sorprenderti...

E' difficile immaginarsi una vita senza emoji. Non sarebbe molto più piatta? Senza quella faccina mattutina mandata dall'amico o il modo per poter dire che stavamo scherzando... senza usar parole? Basta un musino con la lingua fuori è tutto diventa chiaro!



 



Preparati ora a una serie di curiosità sulle faccine che potrebbero sorprenderti.



1 - La prima emoji!!


È stata creata in Giappone, nel 1992, da Shigetaka Kurita. In quell'anno l'uomo ha creato per l'azienda per cui lavora, la NTT DoCoMO, le prime 176 emoji ispirandosi ai manga.



 



2 - C'è una data per festeggiare le emoji


È il 17 luglio e la prima volta che sono state festeggiate risale al 2014.



 



3 - La classifica delle più usate


Vince tra tutti l'emoji che piange dalle risate. Ma anche quella che manda il bacino...





4- Quante emoji!


Ogni giorno sono scambiate su Facebook circa 60 bilioni di emoji. BILIONI! Tanto per capirci, questo è un bilione: 1. 000. 000. 000. 000! Da perderci la testa...



 



5 - Più femmine che maschi


Secondo una ricerca del febbraio 2016, il 78% delle donne sostiene di utilizzare di frequente le emoji. Al contrario dei maschietti, con solo il 60%.



 





 



Per saperne di più: Fatti sulle emoji che ti potrebbero stupire

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche