Donna Moderna
FocusJunior.it > Tecnologia > Auguri dal capitan Rederik!

Auguri dal capitan Rederik!

Stampa

"La Storia di Natale di Rederik"
Ebbene ci siamo! un altro Natale in arrivo con il suo bianco mantello, tanti regali colorati, tanto (troppo) cibo squisito, parenti (più o meno noti) in giro per casa, e tanti film o libri con storie che celebrano il senso della natività.Ne conosciamo tante, certe superclassiche come Scrooge che si fa perseguitare dai tre fantasmi,  o nanetti in 3D che fabbricano giocattoli da qualche parte al polo nord (o sud non si sa) in qualche luccicante film hollywoodiano.Ma vorrei raccontare una storia natalizia poco nota, ma realmente accaduta, che riassume molto quello che può  essere il vero spirito di Natale al di là dei doni con cenoni interminabili XD

Capitan Erik dice che...

24 dicembre 1914 primo anno del conflitto mondiale: i soldati tedeschi ed inglesi sono opposti ognuno nella sua trincea (è un fosso scavato nella terra che protegge gli uomini dai proiettili) distanti solo di poche decine di metri l'un dall' altro. Rintanati, impauriti, coperti di fango e di neve cercano di festeggiare come possono quella notte magica.
Per tirare su il morale dei compagni, un soldato tedesco comincia ad intonare uno splendido canto natalizio che viene udito anche nel campo degli inglesi, scaldando tutti i cuori gelati dal freddo. Commossi, prendono armoniche e cominciano ad accompagnare suonando la stessa musica nel buio della terra di nessuno.
Da lì il passo fu breve, e benché non parlassero la stessa lingua, questi nemici comunicarono e decisero di comune accordo di non combattere quella sera.Uscirono dalle trincee per fraternizzare, scambiandosi cibo e preziose foto dei propri familiari di cui sentivano la lontananza.
La pace regnò quella notte fra persone di paesi, d' idee e lingue diverse... e se è possibile non combattere guerre la sera di Natale, è forse possibile avere la pace anche tutti gli altri giorni ?
E TU?? Cosa fai in questi giorni di feste? Raccontaci Tuuttooo!!!!

Hai una domanda? SCRIVIMI!