Categories: NewsSenza categoria

Sara Rattaro, la cacciatrice di storie

Oggi, a Palazzo Mondadori, a Segrate, all’Academy di giornalismo di Focus Junior, abbiamo incontrato la scrittice Sara Rattaro, che ci ha raccontato la sua esperienza: da biologa a scrittrice di successo. Assieme alla redazione di Focus Junior abbiamo scritto e pubblicato il nostro articolo!

Quale era il suo sogno da bambina? Sono sempre stata circondata da tantissimi libri, adoravo leggere, una passione trasmessa da mio nonno e da mia mamma, grandi lettori entrambi. Come Nelly, la giornalista del mio ultimo libro, ogni momento era buono per leggere.

Nelle storie che scrive c’é sempre una morale? Nelle storie per ragazzi che racconto è credere sempre nei propri sogni e avere coraggio e perseveranza.

Come ha fatto a promuovere il suo primo libro? Ho cercato di farmi conoscere andando personalmente nelle librerie.

Quanti premi ha vinto? Tantissimi, i più importanti sono il Premio Bancarella e il Premio Rapallo Carige.

Se tornasse indietro farebbe ancora la scrittrice? Sì, ma col senno di poi avrei iniziato prima

Come si sente a essere famosa? In realtà non mi sento famosa, ma riconosciuta e non rinuncerei mai alla mia vita privata in cambio di soldi.

Che cosa consiglia ai giovani che, come lei, vogliono realizzare il proprio sogno?

Non arrendersi mai, essere perseveranti, studiare, e ricordarsi che non c’é una regola su che cosa sia più giusto, perché tutto è raccontabile.

Le classi II e III B della Scuola secondaria di primo grado di Ostiano (Cremona) dell’Istituto comprensivo Ugo Foscolo.

Pillole di scrittura (servono anche per i temi!) di Sara Rattaro

1: essere padroni dell’argomento,studiare bene e informarsi su quello che vogliamo raccontare.

2: quando avete raccolto il materiale decidete da che punto volete far iniziare il racconto. Per esempio, se volete raccontare la storia di un personaggio storico, decidete se iniziare dalla nascita, da un certo punto della sua vita o dalla fine, usando un’introduzione sorprendente e una trama accattivante.

3: stabilire il punto di vista ( raccontatre in prima persona, terza persona, un familiare…)evitando giudizi personali.

Allarme SPOILER!!!

Abbiamo scoperto che il libro che sta scrivendo Sara Rattaro parlerà dello scienziato italiano Ettore Majorana, scomparso misteriosamente nel 1938, durante il viaggio sul traghetto che lo riportava a Napoli da Palermo. Rimangono di lui una giacca e una lettera… Che fine avrà fatto?

Articolo scritto alla Focus Junior Academy dagli studenti delle classi II e III B della Scuola secondaria di primo grado di Ostiano (Cremona) dell’Istituto comprensivo Ugo Foscolo.

Share
Published by
Stella Tortora

Recent Posts

I giorni della merla sono davvero i giorni più freddi dell’anno?

Il 29, 30 e 31 gennaio sono noti come "i giorni della merla" , ovvero…

29 gennaio 2023

27 gennaio, Giornata della Memoria: capire cosa sono stati la Shoah e l’Olocausto

Il 27 gennaio è la Giornata della Memoria. Un giorno nato per ricordare le vittime…

26 gennaio 2023

Shoah: la storia di una madre e di un ragazzino coraggiosi

È il 16 ottobre 1943, nel ghetto di Roma un ragazzino di 12 anni vede…

25 gennaio 2023

Perché alle medie ci si alza quando entrano i prof?

Alle medie, in alcune scuole, gli alunni devono alzarsi in piedi quando entrano i professori.…

25 gennaio 2023

Tabelline bum, un gioco matematico

Ecco un gioco matematico divertente e che vi farà concentrare sulle tabelline

25 gennaio 2023

Frasi originali per dire “mi piaci”

Cerchi frasi originali per dire "mi piaci"? Prova a leggere quelle che abbiamo scelto navigando…

25 gennaio 2023
Loading