Donna Moderna
FocusJunior.it > Junior reporter news > Junior Reporter, una lezione noiosa e una bambina misteriosa

Junior Reporter, una lezione noiosa e una bambina misteriosa

Stampa
Junior Reporter, una lezione noiosa e una bambina misteriosa
Ipa-agency

Nei racconti fantastici di due focusini le avventure di una ragazza che a scuola si annoia e la storia tragica di una bambina con i capelli bianchi

Un richiamo dalla finestra
Ero a scuola durante una lezione un po' noiosa e, con la testa appoggiata alla mano sinistra e una penna nella destra, stavo disegnando a caso su un foglio con la mente dappertutto tranne che in classe.

All’improvviso ho sentito qualcuno che mi chiamava dalla finestra.

Era un animaletto che mi diceva di salvare la musica.
"E’ tutto rosa", ho detto, "così bello e gentile non lo posso lasciare lì".
Lui mi ha chiesto di dargli la mano e mi ha portato in un luogo fantastico tutto colorato.
Ad un tratto mi sono trasformata in una ragazza che sconfigge la musica malvagia per prendere i gioielli della musica!
Mi sono svegliata… era solo un sogno!

Priscilla

La Leggenda di Azzurrina
La piccola Azzurina abitava a Monte Carlo ed era una bambina chiarissima, quasi albina.
La mamma, per tenere nascosto il suoi capelli biondissimi, praticamente bianchi, cercava di tingerli di nero ma quelli non riuscivano a tenere il colore e per questo rimanevano azzurrognoli.
Un giorno, mentre giocava con un palla di stracci, per sbaglio la fece cadere nella cantina del castello.

La bambina allora corse in cantina a prenderla ma non tornò più.

La cercarono in lungo e in largo ma sembrava sparita.
Adesso nel castello, durante il solstizio d'inverno, si può ancora sentire la presenza di Azzurrina e questo attira moltissimi turisti, ma nessuno è ancora riuscito a far luce sulla sparizione.
Leggenda o realtà?

Un focusino