Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Storia > Il Titanic è affondato per colpa di un incendio?

Il Titanic è affondato per colpa di un incendio?

Stampa
Il Titanic è affondato per colpa di un incendio?

Film e letteratura ci hanno sempre raccontato che la nave "inaffondabile" colò a picco per colpa di un iceberg. E se non fosse andata proprio così? Leggi e scopri con Focus Junior!

La storia del Titanic è arcinota, soprattutto grazie alla trasposizione cinematografica di James Cameron (Titanic, 1997) che ha eternato la storia di amore tra Jack (Leo Di Caprio) e Rose (Kate Winslet): una colossale nave ritenuta da tutti inaffondabile, si schianta contro un iceberg durante il viaggio inaugurale del 1912 e si inabissa con gran parte dei suoi passeggeri (oltre 1.500 persone persero la vita quella notte)

Ma andò davvero così?

Nonostante sia ormai assodata la dinamica generale dello scontro contro l'iceberg, in molti si interrogano da decenni sulla troppa facilità con cui il pur resistente acciaio che rivestiva l'imbarcazione si fosse squarciato nell'impatto col ghiaccio.

 

Il giornalista irlandese Senan Molony, è un eminente esperto del Titanic (tanto da dedicarci un canale e un intero sito internet) e pensa di aver scoperto la verità.

Studiando i documenti e le foto storiche sull'accaduto, Molony si è infatti accorto di lunghi segni neri, tipici delle bruciature, lungo tutta la fiancata destra. L'acciaio era dunque debole perché all'interno della nave era in corso un incendio!

Un incendio di tre settimane!

Scavando tra le fonti, le testimonianze e i resoconti delle autorità portuali dell'epoca, pare infatti che nel ventre del Titanic fosse scoppiato un violento incendio in uno dei depositi di carbone che per ben tre settimane i dodici uomini addetti all'area non riuscirono a domare.

 

Gli ufficiali non diffusero la notizia per non spargere il panico, ma il danno alle strutture (un incendio del genere avrebbe scaldato il ferro e l'acciaio a temperature vicino ai mille gradi) fu tale da rendere totalmente inefficaci le protezioni dello scafo quando la nave urtò l'iceberg.

 

In attesa di ulteriori conferme dunque, la storia della nave più famosa, e sventurata, di sempre potrebbe essere riscritta.