Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Storia > Preistoria > Neanderthal più violenti dei Sapiens? La scienza dice di no…

Neanderthal più violenti dei Sapiens? La scienza dice di no…

Stampa
Neanderthal più violenti dei Sapiens? La scienza dice di no…
Shutterstock

Nell'immaginario collettivo i nostri "cugini" primitivi sono visti come bruti rozzi e violenti. Un recente studio ha però smentito questo pregiudizio. Ecco perché eravamo in errore!

Siamo abituati a pensare ai Neanderthal come a preistorici "scimmioni" che passavano tutto il giorno a grugnire e a tirarsi clave in testa a vicenda.

Eppure, stando alle ultime scoperte, la loro vita non era così violenta!

I Neanderthal, vissuti fra gli 80.000 e 20.000 anni fa, conducevano infatti uno stile di vita piuttosto simile ai nostri antenati Homo Sapiens.

Lo studio

A smontare lo stereotipo è stata la ricerca condotta dal team dell'Università tedesca di Tubinga coordinato da Katerina Harvati, pubblicata anche sulla rivista Nature.

L'idea dei Neanderthal violenti era alimentata dal fatto che spesso i crani dei nostri "cugini" sono stati ritrovati con segni evidenti di ferite causate da colpi o colluttazioni. Tutto ciò portò gli studiosi a supporre che i Neanderthal fossero molto esposti a episodi di violenza, probabilmente a causa di società brutali e/o tecniche di caccia poco avanzate.

Scheletro di Neanderthal
Credits: Shutterstock

Il lavoro della Harvati e dei suoi collaboratori però ha comparato simili reperti con gli scheletri appartenenti ai nostri diretti antenati e al termine di un attento e approfondito esame dei dati ricavati è emerso che, statisticamente parlando, Neanderthal e Homo Sapiens presentavano più o meno la stessa quantità di traumi e lesioni.

Ciò smentisce dunque la convinzione che i Neanderthal fossero molto più violenti di "noi" Sapiens!

Un'ulteriore analogia riscontrata dagli scienziati risiede nel fatto che sia i maschi di Homo Sapiens che quelli di Homo Neanderthalensis erano molto più soggetti a ferite rispetto alle femmine di entrambe le specie. Probabilmente tutto ciò è spiegabile con la divisione di ruoli che portava i maschi cacciatori a incontrare più pericoli.

Differenze rimarchevoli invece riguardavano l'età: i Sapiens si ferivano più o meno a tutte le età, mentre i Neanderthal subivano danni fisici perlopiù da giovani.