Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Storia > Personaggi > Shakespeare | Vita e opere del Bardo immortale

Shakespeare | Vita e opere del Bardo immortale

Stampa

La vita del Bardo immortale, William Shakespeare, uno dei maggiori poeti e drammaturghi inglesi.

23 aprile: lo storico anniversario dalla scomparsa di uno dei "mostri sacri" della cultura inglese, Shakespeare. Conosciamo un po' di più della sua vita.

 

Il Bardo di Stratford upon Avon




Passato alla Storia come " il Bardo " (antico poeta e cantastorie), William Shakespeare nacque in Inghilterra a Stratdorfd-upon-Avon - il 3 aprile 1564, anche se la sua data di nascita non è storicamente provata. Si è risaliti a tale giorno per via del suo certificato di battesimo (il 26 aprile 1564), ma anche per far combaciare il giorno della sua nascita con il giorno della sua dipartita , avvenuta 52 anni dopo.
Figlio di un pellicciaio benestante, il giovane William si inserisce ben presto nell'ambiente teatrale londinese, lavorando come mestierante e come attore.
Scrittore versatile che tocca quasi tutti i generi di scrittura (pometti d'amore, sonetti, canzoni, prosa ecc...), Shakespeare ha la sua grande occasione quando nel 1594 la Londra devastata dalla peste deve tornare alla sua vita normale, ricostruendo ogni aspetto della realtà quotidiana tra cui l''attività teatrale , spazzata via nel fuggi fuggi generale causato dall'epidemia.
In questo momento storico si creano dunque gli spazi per l'emergere della compagnia teatrale " Lord Chamberlain's Men" (chiamata così perché alle dipendenze del ciambellano di corte, di cui Shakespeare è uno dei fondatori nonché maggior fornitore di copioni e soggetti narrativi .
Inizia così un periodo di successo e fervore artistiche. Vengono scritte alcune delle sue opere più famose:
Romeo e Giulietta
Il mercante di Venezia Sogno di una notte di mezza estate Il successo è tale che la compagnia di Shakespeare poté permettersi un teatro tutto suo, il Globe Theatre  (che però venne distrutto in un incendio nel 1613) che segnerà un'altra fase del successo shakespeariano.
Nel corso del tempo la compagnia passò sotto la protezione diretta del re, mietendo altri successi ( Amleto, Macbeth, Re Lear ecc...).

 
Teatro del sentimento e dell'uomo!



Le storie messe in scena da Shakespeare trattano gli aspetti più variegati dell'uomo.
La vera grandezza di Shakespeare fu quella di arricchire generi già esistenti , trattando tematiche importanti (amore, passione, gelosia, sete di potere...) con un linguaggio elevato ma comprensibile , riuscendo a rendere concreti e moderni anche personaggi ambientati in epoche remote.
L'uomo in sé è il vero protagonista (ecco perché tanto successo!), poiché in Shakespeare ciò che è importante non è l'azione o l'esito finale di una vicenda, ma i sentimenti e il dibattito interiore che essa scatena nell'individuo.
Grazie a questi aspetti, i temi toccati dal Bardo immortale sono ancora oggi molto attuali !
FONTE: Treccani, RaiNews
SCOPRI CHI ERA CERVANTES, L'AUTORE DEL DON CHISCIOTTE!
Di Niccolò De Rosa