Charles Darwin, conosciamo il "padre" dell'evoluzione

 Stampa
darwin-fj

Il 12 febbraio 1809 nasceva uno dei più importanti studiosi di sempre, le cui teorie influenzano ancora oggi tutta la scienza moderna; scopriamo chi era Charles Darwin e come funziona l'evoluzione!

Il fatto che l'uomo discenda dalla scimmia ormai sembra un concetto banale, quasi scontato; questo perché a metà dell'Ottocento un grande scienziato, Charles Darwin, sconvolse l'intera concezione che l'uomo aveva della natura e del suo sviluppo .

 

Charles Darwin nacque il 1 2 Febbraio 1809 in una famiglia benestante dalla mentalità piuttosto aperta.  Nel 1825 si iscrisse alla facoltà di medicina a Edimburgo, ma a causa dei rigidi e antiquati metodi didattici, il giovane Charles non riuscì mai ad appassionarsi alla disciplina medica e presto abbandono la facoltà. 

charlesdarwin
Charles darwin (1809-1882)

Suo padre lo mandò allora all'Università di Cambridge per dedicarsi alla teologia, ma Darwin, già interessato alle collezioni entomologiche (ramo della biologia dedicata agli insetti) e ai molti libri sulla natura che cominciavano a circolare, scelse di indirizzare tutti i suoi sforzi verso le scienze naturali , disciplina fortemente in ascesa.

I viaggi, le intuizioni e gli studi

Agli inizi dell'Ottocento, come già detto, serpeggiava una grande curiosità verso la natura e le forme di vita più caratteristiche (specialmente quelle esotiche ), pertanto non era insolito che durante i grandi viaggi di colonizzazione o le spedizioni degli esploratori del tempo, alcuni studiosi affiancassero gli equipaggi per osservare le stranezze naturali di posti molto lontani da casa.


Ecco perché Darwin prese parte alla spedizione della nave Beagle , che dal 1831 per cinque anni batté le coste dell'America Meridionale e dell'Australia.
Al suo ritorno, Darwin aveva taccuini e libri pieni di appunti di infinite forme di vita vegetale e animale; in particolare era stato incuriosito dalle particolari specie che abitavano l' arcipelago delle Galapagos , al largo dell'Ecuador (iguane, tartarughe e, soprattutto, uccelil).

 

"L'Origine della specie"

Nei campioni di animali e vegetali che Darwin riportò dai suoi viaggi, il naturalista osservò forti somiglianze tra i fossili e le forme viventi di una stessa area , in particolare per ciò che riguardava le tartarughe e gli uccelli delle Isole Galapagos.  Partendo da questa intuizione, Darwin  notò che in ogni popolazione ci sono delle differenze tra i vari organismi, e che alcune di esse sono ereditabili e consentono agli individui portatori di generare più discendenti di altri

fringuelli-di-darwin
Darwin si interessò in particolar modo alle specie di fringuelli che trovò sulle Isole Galapagos.

Questo concetto di "variazione" tra le specie, portò Darwin a sostenere che i mutamenti ereditari favorevoli allo sviluppo e alla vita dell'animale  in questione  (ovvero quelle caratteristiche che lo aiutano nella riproduzione o nel procurarsi il cibo) tendono a diventare sempre più frequenti nel corso delle generazioni .

Darwin chiama questo processo "selezione naturale" e secondo tale teoria, non è il più forte quello che prospera nelle generazione, ma quello che che si adatta meglio al suo ambiente.

Il più adatto regna!

Dopo ulteriori approfondimenti, la conclusione strabiliante fu che tutti gli esseri viventi , uomo compreso, sono sottoposti, nel succedersi delle generazioni, a lenti ma continui cambiamenti, chiamati evoluzione
Con questa teoria, spiegata ne "L'Origine della specie", pubblicato nel 1859, Darwin affermò che ogni forma di vita è soggetto ad una lenta ma graduale trasformazione della propria specie.

Queste idee, che troveranno riscontro decenni dopo con le teorie sull'ereditarietà di Mendel e la scoperta della genetica , modificarono profondamente la prospettiva della scienza dello studio della natura , che da quel giorno non sarà più la stessa.
FONTE: Treccani

Vuoi approfondire la storia dell'evoluzione?

 

In occasione del Darwin day del 12 febbraio, il Centro Studi Erikson presenta Mia nonna era un Pesce di Jonathan Tweet, il primo albo illustrato sull’evoluzione spiegata ai bambini, con un’introduzione di Telmo Pievani.

GUARDA IL VIDEO DI PRESENTAZIONE:

 

 

 

L'EVOLUZIONE PORTA GLI ANIMALI A SVILUPPARE TECNICHE SEMPRE PIÙ RAFFINATE PER POTER AFFRONTARE IL LORO HABITAT: LO SAPEVI CHE GLI UCCELLI POSSONO AVERE UNA LORO SINTASSI ?
Di Niccolò De Rosa

 

18 Aprile 2016 | Aggiornato il 11 Febbraio 2018
Non ci sono ancora commenti!
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!

ULTIME NEWS
Geografia d'Italia | La Puglia
21 Febbraio 2018 
Condividi
Geografia d'Italia | La Campania
19 Febbraio 2018 
Condividi
Geografia d'Italia | Il Molise
17 Febbraio 2018 
Condividi
SEGUICI        
ABBONATI
© 2016 Mondadori Scienza Spa | P.IVA 09440000157 | Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.