Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Storia > Personaggi storici > Alla scoperta di Cervantes, autore del Don Chisciotte

Alla scoperta di Cervantes, autore del Don Chisciotte

Stampa

Il 22 Aprile ricorre l'anniversario della scomparsa di uno dei padri della letteratura spagnola. Conosciamo meglio Miguel de Cervantes!

Forse poco studiato a scuola, Miguel de   Cervantes è stato comunque uno dei più importanti autori europei, tanto che nello studio delle lingue nazionali, lo spagnolo (ovvero il castigliano , lingua in cui scrisse il letterato) viene spesso definito " la lingua di Cervantes ".
Autore di novelle e racconti, Cervantes viene ricordato per il suo romanzo " El ingenioso hidalgo don Quijote de la Mancha" , tradotto più semplicemente in " Don Chisciotte della Mancia " (la Mancia è una regione interna della Spagna), la storia di un anziano  hidalgo (un piccolo nobile spagnolo)  che impazzisce e parte da casa credendosi un cavaliere errante .

 

Una vita avventurosa per uno scrittore d'avventura!

Miguel de Cervantes nacque nel 1547 da una famiglia modesta, costretta ai numerosi viaggi per gli scarsi guadagni del padre. Avvicinatosi fin da giovane all'attività letteraria, Cervantes  combinò la sua passione per la scrittura ad una vita molto movimentata , tanto che si arruolò anche nell'esercito della Lega Santa (una coalizione cristiana tra la Spagna, la Repubblica di Venezia e altri piccoli stati italiani) e combatté con coraggio nella battaglia di Lepanto contro i Turchi (1571), dove subì gravi ferite e perse per sempre l'uso della mano sinistra
Nel ritorno verso casa, la nave su cui viaggiava fu attaccata dai corsari e Cervantes venne fatto prigioniero ad Algeri. Nel 1580 riuscì a tornare in Spagna, e cominciò così la sua carriera da letterato, anche se le instabili condizioni economiche lo costrinsero a lavorare come esattore delle imposte; anche per questo motivo Cervantes pubblicò solo a età avanzata la prima parte del Don Chisciotte (1605).
Morì a Madrid il 22 aprile 1616 (400 anni fa!), dopo aver terminato anche la seconda parte (un anno prima ) e aver pubblicato altre novelle minori dal buon successo.

 

Don Chisciotte, il cavaliere che combatteva i mulini a vento!

Negli anni in cui la polvere a sparo e le nuove armi avevano cambiato totalmente il modo di combattere , Cervantes scrisse una parodia del romanzo cavalleresco, ancora legato a romantici duelli a fil di spada e a cavalieri senza macchia e senza paura, trattando con ironia  un mondo che ormai non esisteva più, mescolandolo con la realtà moderna di quei tempi.
Ecco dunque che nel romanzo, il vecchio Alonso Quijano   impazzisce a causa delle fantastiche letture di cavalleria di cui è appassionato e decide di trasformarsi lui stesso in un cavaliere errante. 
Cambia così il suo nome in quello di don Chisciotte della Mancia, inventa una dama da amare (Dulcinea, che in realtà è una contadinella del posto), sceglie per cavallo un mulo mal ridotto (ribattezzato Ronzinante , "re dei ronzinI") e parte alla volta di epiche imprese in compagnia del suo scudiero Sancio Panza , un contadino a cui ha promesso un'isola in cambio dei suoi servigi.

 

Nel corso del racconto, Don Chisciotte vivrà le sue  deliranti avventure  nella convinzione compiere incredibili gesta:  combatte contro i mulini a vento scambiandoli per feroci giganti , scaccia greggi di pecore perché crede che siano invasori Turchi e scambia osterie per magnificenti castelli. Solo il buon Sancio Panza  resta ancorato alla realtà , anche se ogni tanto si lascia anch'esso trascinare dalla fervida immaginazione del suo signore.
FONTE: Treccani
CONTINUA AD ESPLORARE LA LETTERATURA ANTICA E MODERNA:

L'ILIADE, L'ANTEFATTO
I PERSONAGGI DELL'ILIADE
Di Niccolò De Rosa