Muro di Berlino | Un crollo che ha cambiato il mondo

 Stampa
muro-di-berlino_04

Il 9 novembre di 28 anni fa cadeva il muro di Berlino, il muro della vergogna che per tanti anni ha diviso in due una città e il mondo. Da quel giorno, la storia è cambiata. Ecco perché

Una storia che parte da lontano

Per capire la storia di questo terrificante muro dobbiamo partire da molto lontano. E siccome è una storia molto complicata ve ne raccontiamo solo i punti essenziali, semplificandola un po'. Alla fine della II Guerra mondiale la Germania nazista, sconfitta, venne divisa in 2 nazioni dalle forze alleate che l'avevano vinta: la Repubblica democratica Tedesca e la Repubblica federale Tedesca.

 

La prima delle due nazioni comprendeva i territori orientali della Germania, quelli che erano stati liberati dall'Armata Rossa sovietica. La seconda, invece, la parte occidentale conquistata dagli inglesi e dagli americani.

muro-di-berlino_01
Un momento della costruzione del Muro di Berlino.

Appena finita la guerra gli alleati vincitori smisero di essere... alleati e cominciarono a combattersi tra loro: americani e inglesi da una parte e russi sovietici dall'altra. Lo fecero senza usare le armi tradizionali (era appena finita una guerra che aveva fatto più di 40 milioni di morti ), ma usando quelle della propaganda e della politica. Fu il periodo cosiddetto della Guerra fredda  Il mondo era di fatto diviso tra le nazioni occidentali da una parte, alleate per tradizione e storia e valori culturali, e le nazioni orientali dall'altra, fedeli invece ai principi comunisti dell'Unione Sovietica. Queste decisioni furono prese nel 1945 a Yalta (in Crimea, Ucraina), dagli Alleati vittoriosi sul nazismo.

Il mondo tagliato in due

Il risultato fu che il mondo venne tagliato in due. Che l'Europa venne tagliata in due. E anche un città, Berlino, la capitale della Germania sconfitta, venne tagliata in due (anzi, a dir la verità in 4 perché era separata nei settori americano, inglese, francese e sovietico). Con il passare degli anni dalla fine della guerra le condizioni di vita e di libertà degli abitanti del settore Est peggiorarono sempre più mentre, al contrario, la zona Ovest della città veniva rapidamente ricostruita, si creava lavoro e il benessere aumentava.

 

Guardate, qui sotto, il trailer di un film premiato con l'Oscar, Le vite degli altri, del 2006. Racconta come si viveva a Berlino Est ai tempi del muro. E di come la propria vita fosse costantemente spiata dagli agenti del governo, che ascoltavano tutto.

 

La notte in cui tutto cambiò

Chi poteva  provava a scappare  e così, la notte  tra il 12 e il 13 agosto del 1961, le autorità di Berlino Est cominciarono a  far costruire una recinzione di filo spinato  per impedire ai propri cittadini di scappare a Ovest.  Appena due giorni dopo, il filo spinato fu sostituito da  un vero muro di cemento armato alto quasi 4 metri  che, nel corso degli anni, diventò sempre più impenetrabile, raggiunse la  lunghezza di 155 km  e veniva pattugliato da  guardie armate e cecchini  (tiratori scelti) pronti a sparare se scoprivano un loro concittadino mentre  tentava di attraversarlo.

muro-di-berlino_02
Il Muro
Famiglie separate

Guardate, nel video qui sotto, la storia della costruzione del Muro di Berlino  e i primi momenti della sua caduta.

 

Il muro di Berlino divise intere famiglie e impedì loro di vedersi e abbracciarsi per anni anche se, magari, abitavano ad appena una strada di distanza l'una dall'altra! Era come se voi, focusini, non aveste potuto andare a trovare vostro cugino o vostro nonno solo perché, anche se abitava a 10 minuti a piedi da casa vostra, casa sua si trovava nel settore occidentale mentre voi abitavate nel settore orientale.

 

Questo stato di cose durò per ben 28 anni finché, il 9 novembre 1989 , ossia 25 anni fa, le autorità di Berlino Est diedero ai propri concittadini il permesso di visitare Berlino Ovest. In poche ore decine di migliaia di persone si presentarono ai pochi punti di passaggio e le guardie, incredule, furono costrette a lasciarle passare. Questo avvenimento fu il simbolo della rovinosa caduta di tutto il sistema politico che, per 44 anni dalla fine della II Guerra mondiale , aveva retto le nazioni passate sotto l'influenza dell'Unione Sovietica.

muro-di-berlino_03
Nel Muro di Berlino è stata fatta una breccia: le persone lasciano da Berlino Est ed entrano nella zona occidentale della città, Berlino Ovest che era stata loro proibita per 28 anni.

Un anno dopo, il 3 ottobre 1990, la Germania tornò a essere un'unica nazione, non più separata in due repubbliche. Venne così cancellata per sempre una delle eredità più devastanti della II Guerra mondiale.

 

Il video che segue è accompagnato dalle parole di una poesia scritta da un artista famosissimo. Vediamo se indovinate chi è prima di arrivare alla fine del video! Anche la musica l'ha scritta lo stesso artista, per la colonna sonora del film Free Willy 2. Chi è?

 

08 Novembre 2014 | Aggiornato il 09 Novembre 2017
COMMENTI
Ci sono 2 commenti
19 Novembre 2016 17:35
Sai Joker, sei molto buono e dici cose filosofiche. Non so se leggerai questo commento ma leggilo????☺️
Anna
18 Novembre 2016 20:39
Seguiamo il consiglio del papa. Non costruite muri,ma ponti.E ha ragione,ma oggigiorno ci sono molte guerre e l'uomo non ha imparato NIENTE di ciò che l'uomo,sbagliando,ha fatto di male!Storia infatti si studia per quello,per non rifare gli errori mondiali dell'uomo.
Joker (ex Unicorn)
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!

ULTIME NEWS
Che cos'è un mandala?
21 Novembre 2017 
Condividi
I cibi nati in Italia
18 Novembre 2017 
Condividi
17 credenze sulla sfortuna nel mondo
16 Novembre 2017 
Condividi
Leonardo da Vinci | Vita e misteri dell'artista
16 Novembre 2017 
Condividi
SEGUICI        
ABBONATI
© 2016 Mondadori Scienza Spa | P.IVA 09440000157 | Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.