Lo sbarco dei Mille a Marsala | Il primo passo verso l'Italia unita!

 Stampa
sbarco-marsala

L'11 maggio 1860 avvenne lo sbarco che porterà i Mille di Garibaldi alla liberazione della Sicilia dai Borboni

Una delle tappe cruciali del periodo storico italiano chiamato Risorgimento fu la Spedizione dei Mille , una campagna militare condotta da poco più di un migliaio di combattenti volontari guidati da Giuseppe Garibaldi che scacciò i Borboni dal Sud Italia e portò alla proclamazione del Regno d'Italia .
Dopo le prime due Guerre d'Indipendenza il Regno dei Savoia e Cavour avevano ottenuto l'annessione della Lombardia, liberata dagli Austriaci, e nei mesi successivi alla fine del secondo conflitto aveva anche esteso la sua influenza all'Emilia e alla Toscana. 
Per raggiungere un'Italia unita però mancava ancora più di metà Stivale, oltre agli intoccabili possedimenti dello Stato della Chiesa, protetto dalla Francia di Napoleone III. Il generale Garibaldi allora riuscì a convincere un titubante Cavour, Primo Ministro sabaudo, a organizzare un esercito da inviare nel Mezzogiorno del Paese .

 

La spedizione: poche munizioni e camicie da macellai

Per scacciare la dinastia dei Borboni che governava il Sud Italia, Garibaldi radunò un manipolo di 1162 volontari , male armati ma mossi da spirito patriottico. Le uniformi di questo esercito semi-improvvisato erano di un rosso acceso poiché provenivano da un carico destinato ai lavoratori di alcune macellerie , dove il colore rosso serviva a mitigare le macchie di sangue della carne.
L'avventura dei Mille cominciò a  Quarto  (vicino a Genova) nella notte tra il 5 e il 6 maggio, quando le due navi del Regno di Sardegna, il " Lombardo " e il " Piemonte " partirono alla volta della Sicilia.
Le false informazioni fatte trapelare al governo borbonico e la capacità politica di Cavour che attirò le simpatie della potente flotta inglese che solcava quei mari, aiutò i due piroscafi a non essere intercettati durante la rotta in alto mare. Ciò fu un fattore determinante per la buona riuscita della spedizione, poiché l'equipaggio e le attrezzature messe a disposizione dal Regno di Sardegna non potevano competere in mare aperto con i cannoni della marina borbonica.

 

Lo sbarco e un aiuto involontario!

L'11 maggio 1860 le due navi sbarcarono allora sulle coste di Marsala , all'estremo occidente dell'isola siciliana, perché gli informatori garibaldini avevano rivelato che la zona non era protetta da soldati nemici .
Lo scarico sulla terraferma di uomini, armi e rifornimenti trovò subito un intoppo, perché la "Lombardo" si arenò su una secca vicina al porto. Ad aiutare i Mille furono alcuni pescatori locali, che misero a disposizione le loro barche per facilitare le operazioni di sbarco.
Garibaldi e i suoi erano già a terra quando giunsero le navi borboniche a bombardare piroscafi e invasori. Perché un tale ritardo? Oltre alle informazioni sbagliate in loro possesso e all'incapacità di alcuni ufficiali, i borbonici trovarono un inaspettato ostacolo nella presenza in quelle acque di due navi da guerra inglesi , la " Acton " e la " Intrepid ".
Queste erano sul territorio per proteggere proprietà e magazzini britannici dai possibili scontri e la volontà dei Borboni di non indispettire l'Inghilterra rallentò notevolmente l'intervento della flotta contro Garibaldi, troppo preoccupata di cannoneggiare per sbaglio i neutrali sudditi britannici.
Da Marsala Garibaldi dunque poté introdursi nel territorio siciliano, dove si dichiarerà protettore dell'isola, solleverà la popolazione locale e comincerà la risalita fino a Napoli,  scacciando  per sempre i Borboni dall'Italia e unificando il Regno d'Italia.
FONTE: Treccani, La Conoscenza Storica di De Bernardi-Guarracino.
UNITÀ D'ITALIA | COSA SI CELEBRA IL 17 MARZO?
CURIOSITÀ DA SAPERE SULL'UNITÀ D'ITALIA !
Di Niccolò De Rosa

 

11 Maggio 2016
Non ci sono ancora commenti!
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!

ARTICOLI CORRELATI
ULTIME NEWS
Geografia d'Italia | La Puglia
21 Febbraio 2018 
Condividi
Geografia d'Italia | La Campania
19 Febbraio 2018 
Condividi
Geografia d'Italia | Il Molise
17 Febbraio 2018 
Condividi
SEGUICI        
ABBONATI
© 2016 Mondadori Scienza Spa | P.IVA 09440000157 | Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.