Nostro Figlio
FocusJunior.it > Scuola > Storia > Le sette meraviglie del mondo antico

Le sette meraviglie del mondo antico

Stampa
Le sette meraviglie del mondo antico
Wikipedia common

Ecco le sette straordinarie meraviglie monumentali dell'antichità, tutte nel Mediterraneo. La loro memoria ha attraversato i secoli, ma non tutte sono arrivate fino a noi! Scopriamole insieme

Quali sono le sette meraviglie del mondo antico? Sono opere architettoniche che hanno una storia millenaria, costruite soprattutto  dagli Antichi greci e dagli Antichi romani e la loro fama è arrivata fino a noi. Vediamo insieme queste "celebrità".

Che cosa c'è nella lista delle sette meraviglie del mondo antico?

    • Mausoleo di Alicarnasso
    • Tempio di Artemide a Efeso
    • Giardini Pensili di Babilonia
    • Statua di Zeus a Olimpia
    • Colosso di Rodi
    • Faro di Alessandria
    • Piramide di Cheope

Mausoleo di Alicarnasso

La tomba di Mausolo, o Maussoleion, ad Alicarnasso, oggi Bodrum, nell’odierna Turchia, è un’imponente opera unica nel suo genere proprio per la sua grandezza. Pensa che da quel momento in poi ogni tomba monumentale costruita in seguito prenderà il nome di mausoleo. La sua imponenza sembra degna di una divinità ma in realtà era destinata a un “comune mortale” il satrapo Mausolo e alla sua famiglia.

sette meraviglie

Tempio di Artemide a Efeso

Non lontano da Alicarnasso, ad Efeso, sorgeva il tempio dedicato alla dea Artemide, chiamato anche Artemision, era forse l’edificio più grande dell’epoca. Effettivamente, era grande il doppio del Partenone di Atene, con i suoi (circa) 125 metri di lunghezza e 66 di larghezza, e con le 127 colonne di marmo alte più di 18 metri, a formare due file intorno alla nicchia dove era custodita la statua lignea della dea. Per gli antichi Greci, Artemide (per i romani Diana), sorella gemella di Apollo, era la dea della caccia e degli animali selvatici, spesso raffigurata con arco e frecce.

sette meraviglie

I giardini pensili di Babilonia

L'elenco delle sette meraviglie parla anche dei giardini pensili di Babilonia, un edificio ricoperto di alberi e cascate di fiori. In realtà gli archeologi non sono sicuri che questi giardini siano realmente esistiti: è l'unica meraviglia di cui non si è mai trovata traccia, ma vengono decantati in diversi testi scritti da chi li vide nell'antichità.
La leggenda narra che fu re Nabuccodonoros II, intorno al 600 a.C., a far costruire i giardini in omaggio alla giovane moglie Amiti, la quale soffriva di nostalgia per il suo paese natale sulle montagne persiane. I giardini si sviluppavano su terrazze sovrapposte a forma di piramide tronca che potevano arrivare anche a 40 metri di altezza dal suolo.

sette meraviglie

La statua del dio Zeus

In Grecia invece si poteva ammirare la statua del dio Zeus, ricoperta di avorio e che richiese all’incirca tre anni di lavoro, probabilmente tra il 436 e il 433 a.C. Per circa ottocento anni la magnifica statua destò lo stupore di quanti arrivavano a Olimpia per motivi di culto o per assistere ai giochi.

sette meraviglie
"
Credits: Getty Images

Il Colosso di Rodi

È una statua gigante che rappresenta Helios, il dio greco del Sole che era molto venerato sull’isola di Rodi. La statua è costruita in pietra ed è completamente ricoperta di bronzo.

sette meraviglie
Colosso di Rodi
Credits: Wikipedia common

Il faro di Alessandria

In Egitto sorgeva il faro di Alessandria. Di notte, un fuoco ardeva in cima a questa enorme torre, per guidare le barche.

sette meraviglie

La piramide di Cheope

Tra le sette meraviglie non può certo mancare la piramide di Cheope, conosciuta anche come Grande Piramide di Giza, o Piramide di Khufu, risalente a oltre 4.000 anni fa. Questa piramide è così piena di misteri che gli archeologi non ne hanno ancora svelato tutti i segreti!

sette meraviglie

La piramide di Cheope è l’unica tra le sette meraviglie che si può ancora ammirare dal vero. Le altre sei sono scomparse da tempo.