Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itScuolaStoriaGioacchino Rossini una vita da rockstar

Gioacchino Rossini una vita da rockstar

Stampa
Gioacchino Rossini una vita da rockstar
Getty Images

Immaginate un DJ del passato, un maestro delle melodie che ancora oggi, dopo oltre due secoli, riesce a farci cantare e sognare. Questo è Gioacchino Rossini, un vero mago della musica

“Figaro qua, Figaro là, Figaro qua...
Figaro su, Figaro giù...

Sono il factotum della città
Della città, della città, della città, della città…”

Magari qualcuno di voi leggendo questa strofa l’ha iniziata a canticchiare con naturalezza e qualcun altro la ricorda come canzone sentita in qualche spot pubblicitario o film famoso, in effetti Il Barbiere di Siviglia, nel tempo, si è trasformato in un elemento iconico, così come il suo autore: Gioachino Rossini.

Gioacchino Rossini ironico e geniale come la sua musica

Vero genio nel creare melodie coinvolgenti, Rossini ha lasciato al mondo opere che sono vere e proprie esplosioni di energia e allegria. Definito tra i più importanti compositori della prima metà del XIX secolo, Gioacchino Rossini mostra il suo talento fin da giovane e per questa sua precocità verrà soprannominato “il Mozart Italiano”. Giuseppe Mazzini lo definirà addirittura “un Titano di potenza e audacia”.
A lui si devono opere indimenticabili quali La Gazza Ladra, Semiramide, Guglielmo Tell e, appunto, Il Barbiere di Siviglia, giusto per citarne solo alcune.

Oltre alla musica amava mangiare e divertirsi

Rossini non si limitava a essere un grande compositore, sempre dedito a spartiti e studio intenso della musica ma amava anche divertirsi, scherzare e soprattutto mangiare!

Volete alcune divertenti curiosità su di lui?
• Nasce il 29 febbraio 1972 e in tutta la sua vita festeggia solo 19 compleanni, proprio a causa del giorno della sua nascita che cade ogni 4 anni.
A soli 12 anni scrive il suo primo lavoro dal titolo Le Sei Sonate a quattro, negli anni dell’adolescenza la sua prima opera Demetrio e Polibio e a 18 anni giunge alla ribalta come operista con La cambiale di matrimonio al Teatro di San Moisè a Venezia.
• A Rossini sono dedicati un cocktail alcolico con purea di fragole e una pizza con uova sode e maionese amatissima a Pesaro, città natale del compositore (ma chiunque l’assaggi non riesce più a farne a meno!)
• Essendo un’ottima forchetta, Rossini amava organizzare ricevimenti in cui i suoi banchetti offrivano almeno 14 portate.
• Il compositore ha dichiarato di avere pianto solo tre volte in tutta la sua vita: quando fu fischiato a teatro, quando sentì suonare il famoso violinista Niccolò Paganini e infine pianse quella volta in cui durante una gita in barca sul Lago di Como gli cadde in acqua un tacchino farcito ai tartufi.

Genio e sregolatezza, simpatia, goliardia e creatività sono i tratti che contraddistinguono Rossini, un personaggio ormai inciso nella storia della musica e nelle menti di tutte le età!

CATEGORY: 1