Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Storia > Fabbriche di Careggine, il paese fantasma

Fabbriche di Careggine, il paese fantasma

Stampa

Esiste in Toscana un vero e proprio paese fantasma. Si trova in Garfagnana, sulle Alpi Apuane, a poca distanza da Lucca.  

Si chiama Fabbriche di Careggine e non esiste più. O meglio: il paese esiste, ma è scomparso nel 1947 sotto le acque del lago di Vagli. Alcuni l'hanno visto, l'hanno visitato e lo visiteranno. Forse fra pochissimo. Sì, perché lo svuotamento del lago sembra imminente. Vi chiederete: svuotamento?! Ma forse si svuotano i laghi?! Diciamo di no. Ma questo sì.

Voglio raccontarvela, questa storia

 

C'era una volta un paese. C'era una volta un paesino con 31 case in pietra e pochi abitanti, un cimitero, un ponte a tre arcate e una bella chiesa romanica del 1590: la chiesa di San Teodoro. Si chiamava Fabbriche di Careggine e fu fondato da un gruppo di fabbri ferrai provenienti da Brescia circa 800 anni fa. Era un importante crocevia dal quale nel Medioevo si potevano raggiungere facilmente le città di Modena e Massa. Un'esistenza relativamente tranquilla, quella di questo luogo. Finché un giorno il borgo medievale fu sommerso dalle acque di un lago. Un lago che, cari focusini, prima non esisteva.

 

Il paese fantasma

Nel 1947 fu realizzato lo sbarramento del torrente Edron, affluente del fiume Serchio, e l'anno successivo fu costruita una diga idroelettrica. Il progetto, ideato da un conte, l'ingegner Ignazio Prinetti Castelletti, fu messo in opera dall'azienda Selt Valdarno, che ora si chiama Enel. Fu creato il lago artificiale di Vagli, che catturava quelle nervose acque mediante una diga alta 92 metri per trasformarle in energia elettrica. Prima che le acque salissero e sommergessero Fabbriche di Careggine, i suoi 146 abitanti furono trasferiti nel vicino paese di Vagli Sotto, dove trovarono nuove case tutte per loro. Trasferiti gli abitanti, Fabbriche di Careggine scomparve sotto l'acqua del lago artificiale, conosciuto come il lago di Vagli. Ma Fabbriche di Careggine è realmente scomparso per sempre?

 

E il borgo riappare come per magi

Per quattro volte soltanto, dal 1947 ad oggi, il borgo medievale è ricomparso in tutta la sua spettrale e antica bellezza. Il lago, infatti, che contiene oltre 70 milioni di metri cubi d'acqua, è stato svuotato per interventi di manutenzione nel 1958, nel 1974, nel 1983 e nel 1994. Immaginatevi, ragazzi, la scena di un paese che, come una piccolissima Atlantide, compare di nuovo dopo essere stato sommerso, e in cui i visitatori, in tali rare occasioni, hanno potuto camminare fra le piccole e umide viuzze! Era previsto uno svuotamento nel 2016, ma è stato rimandato a non si sa quando. Il 19 giugno 2016 è stato inaugurato un ponte tibetano in acciaio sul lago. Sì, perché esiste un progetto molto ambizioso: quello di costruire una cupola protettiva di vetro proprio sopra il lago che possa far vedere il paese fantasma nascosto sotto.

 

Urla, spettri e strane presenze

 

Quanti racconti e quante leggende sono nati in questi settant'anni! Si narra (tappatevi gli occhi e le orecchie se avete paura!) di urla provenienti da sott'acqua, di fantasmi che si aggirano in superficie e di strane presenze che popolerebbero il lago e il paese sottostante. Nelle quattro occasioni in cui il lago è stato svuotato, il paese fantasma di Fabbriche di Careggine è stato assalito dai visitatori, alcuni dei quali dicono di aver udito voci e visto fantasmi.