Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Storia > L'antico Egitto > Le 5 piramidi più famose dell’Antico Egitto

Le 5 piramidi più famose dell’Antico Egitto

Stampa
Le 5 piramidi più famose dell’Antico Egitto
Pinterest

Tra i vari siti archeologici del mondo, le piramidi sono senza dubbio il più famoso e il più visitato. Oltre ad essere la principale destinazione turistica, questi immensi monumenti in pietra hanno incuriosito gli uomini e suscitato la loro immaginazione per millenni. Scopriamo insieme le più famose piramidi dell’antico Egitto e le loro caratteristiche. 

Sebbene le più famose siano meno di una decina, in Egitto sono state costruite più di 100 piramidi, molte delle quali sconosciute a chi non è appassionato di archeologia. La maggior parte di esse si trovano introno alla capitale Il Cairo, appena a sud del delta del Nilo. 

Vicino alla riva del fiume più lungo del mondo, andando verso Sud, si trovano anche tutte le altre, costruite in quella posizione sia per favorire il trasporto degli enormi blocchi di pietra sia perché con l’acqua si irrigavano i campi e si produceva il raccolto per sfamare gli schiavi che le costruivano. 

Le piramidi sono complessi funerari, delle tombe che i faraoni (gli imperatori dell’Antico Egitto) costruivano per loro quando erano ancora in vita. Le volevano grandi per celebrare la propria potenza, ma non era un lavoro facile, con le tecniche conosciute 3000 anni fa! 

Per spostare le pietre si usava la sola forza degli uomini e degli animali.  
 

1. Cheope

Pinterest

Giza è il luogo che ospita il gruppo di piramidi più famose e meglio conservate dell’Antico Egitto. La piramide di Cheope (o Khufu, il nome del faraone nella lingua locale) è l’unica ancora visibile delle sette meraviglie del mondo antico.

Costruita intorno al 2560 a.C. con più di 2 milioni di blocchi di pietra pesanti più di due tonnellate ciascuno, la Grande Piramide di Giza era alta 146,6 m, prima che il passare dei secoli la ridimensionasse facendo perdere anche la copertura esterna. È stata per 3.800 anni la costruzione più grande del mondo. La piramide di Cheope faceva parte di un complesso funerario con altre piccole piramidi e tombe, alcune di queste si sono conservate. Le due principali sono la piramide di Chefren e quella di Micerino.

 

2. Chefren

Pinterest

Il successore di Cheope potrebbe essere stato Chefren, che ha onorato il padre costruendo una piramide di un paio di metri (145) più bassa di quella dedicata a lui. 

La caratteristica di questa piramide è di essere l'unica che conserva sulla sommità una parte della copertura in calcare bianco di Tura che anticamente la ricopriva tutta. La base è rivestita di granito rosso e grigio di Assuan, un’informazione che è arrivata fino a noi grazie alla testimonianza dello storico greco Erodoto, che dedicò alle piramidi un capitolo delle sue Storie. 

 

3. Micerino

Pinterest

L’ultima e più piccola del complesso è la piramide di Micerino o Menkaure, dedicata al sovrano denominato Neter Menkaura. È alta solo 67 metri e secondo gli studiosi è stata costruita in fretta, perché fu edificata in più momenti e usando diversi materiali e varie tecniche.

Parte del rivestimento estero è in granito, una pietra preziosa per resistenza e lucentezza ma molto difficile da lavorare. 

Presenta anche un profonda breccia sul lato Nord, perché intorno all’anno 1200 al-Malik al-?Az?z ?Uthm?n b. Y?suf, figlio del sultano d’Egitto Saladino, provò a cercare il corredo funerario del re Micerino, che si narrava fosse interamente d’oro, ma senza riuscirvi. 

 

4. Djoser

Pinterest

Risalente a 4600 anni fa, la piramide di Djoser (conosciuta anche come piramide a gradoni) è considerato il primo grande edificio in pietra costruito nel mondo. I precedenti monumenti funerari infatti erano realizzati in mattoni di fango. È strutturata con sei mastabe (le tombe monumentali della prima fase della civiltà egizia) di dimensione decrescente poste una sull’altra. È alta 77 metri. 

Il famoso architetto Imhotep la progettò su ordine del faraone Djoser, della III dinastia. Il progetto prendeva spunti dai miti cosmogonici, con l’idea di creare un collegamento celeste tra il sovrano defunto e le divinità attraverso un edificio che ricordasse una scala elevata verso il sole.

La piramide, parte del complesso funebre dedicato a Djoser, si trova a Saqqara, lo stesso luogo in cui i faraoni che lo hanno preceduto avevano costruito le loro tombe. È una zona che dista solo 10 km dal Cairo.  

 

5. Meidum

Pinterest

La costruzione della piramide di Meidum, originariamente alta 144 metri, è stata probabilmente iniziata dal faraone Huni, della III dinastia, e poi dopo la sua morte ultimata dal figlio Snefru, fondatore della IV dinastia. 

L’obiettivo era portare a otto i sette gradoni fino ad allora realizzati, tuttavia a causa di difetti di costruzione, come la mancanza di fondamenta in alcuni gradoni, la struttura è in parte crollata ancora prima di essere conclusa. 

La distruzione poi continuò nei secoli perché venne usata spesso come cava per rifornirsi di pietra. 

 

GUARDA ANCHE QUESTO VIDEO SULLE CINQUE COSE CHE NON SAI SULLE PIRAMIDI!

 

Fonti: About.com e Enciclopedia Treccani

ULTIME NEWS
Pablo Picasso: il maestro del cubismo
Condividi
Emis Killah il rapper di Rollercoaster
Condividi
Parkour: è uno sport pericoloso?
Condividi