Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Storia > Chi ha inventato per primo gli scacchi?

Chi ha inventato per primo gli scacchi?

Stampa
Chi ha inventato per primo gli scacchi?
Dalla serie "La regina degli scacchi"

L’origine degli scacchi risale probabilmente al 600 dopo Cristo, in India. Poi il gioco passò in Persia e, verso il Mille, in Europa. Scopriamolo insieme

  • Gli scacchi
  • Chi li ha inventati?
  • Gare con il computer

Quest'anno, il gioco degli scacchi è stato uno dei regali di Natale più richiesti. Un successo inaspettato, dovuto molto probabilmente alla serie tv La regina degli scacchi, trasmessa con grande successo su Netflix. E così in molti hanno (ri)scoperto questo gioco molto antico.

GLI SCACCHI

Si tratta di un gioco di strategia che si svolge su una scacchiera composta 64 caselle e 32 pezzi da muovere e spostare, una partita a scacchi offre molteplici combinazioni. Il giocatore deve essere sempre concentrato, deve avere buona memoria e doti di anticipazione. E per diventare un grande maestro, devi allenarti dalle 4 alle 5 ore al giorno! Questo gioco oggi è persino riconosciuto come sport.

CHI LI HA INVENTATI?

L’avvincente gioco è una simulazione di uno scontro tra due eserciti e la sua origine risale intorno al 600, in India, dove si chiamava “chaturanga”. In seguito, si è evoluto nel gioco persiano "chatrang", da cui deriva il termine scacco, da shah, “re” (“scacco matto” viene invece da shah mat, “re sconfitto”) e che è considerato “la prima vera versione di quelli che oggi chiamiamo scacchi” come scrive David Shenk in un suo libro. Successivamente, con l'invasione araba, questi giochi si diffusero in Europa. È qui che fa la sua comparsa la regina e la scacchiera diventa bicolore. Alla fine del Medioevo furono definite le regole del gioco come è oggi.

GARE CON IL COMPUTER

Oggi, le star del gioco si incontrano nei principali tornei mondiali. Alcune partite o gare sono organizzate anche contro i computer, come i famosi duelli tra il russo Garry Kasparov e la macchina Deep Blue. Sebbene la maggior parte dei giocatori di scacchi sia di sesso maschile, ci sono anche alcune donne di grande talento come la giocatrice Judit Polgár, che è diventata un grande maestro all'età di 15 anni, un record mondiale. Secoli dopo la sua creazione, questo gioco da tavolo sta ancora suscitando molto interesse. E, allora, scacco matto!