Donna Moderna
FocusJunior.it > Tecnologia > Invenzioni > Chi ha inventato l’inchiostro?

Chi ha inventato l’inchiostro?

Stampa
Chi ha inventato l’inchiostro?
Ipa-agency

Scopri con noi chi per primo ha inventato una miscela colorata adatta a scrivere, e soprattutto, come lo ha fatto!

Ora penne e biro sono strumenti comuni, ma un tempo la scrittura era un affare per pochi!

Tanti anni fa infatti non solo poche persone avevano l'opportunità di imparare a leggere e a scrivere, ma c'era anche poca disponibilità di mezzi.

Gli antichi prendevano nota su tavolette cosparse di cera, ma non era così comodo. A rivoluzionare tutto fu l'invenzione dell'inchiostro, che utilizziamo ancora oggi

Ma come è stato inventato?

Un'invenzione antica?

Nell'antichità gli Egizi ricavavano una miscela adatta alla scrittura dal nerofumo, ovvero da quella sostanza che si produceva mescolando l'olio bruciato usato nelle lampade insieme ad acqua e resina.

Anche i Cinesi avevano sviluppato una loro versione di inchiostro: linfa/resina mescolata a insetti allevati appositamente creavano una miscela rossiccia usata per scrivere.

Queste miscele vennero usate per anni, fino alla metà del XV secolo quando, l'inventore della stampa, il tedesco Johann Gutenberg ebbe la brillante idea di iniziare a produrre inchiostri per la stampa a base di olio. E così, a partire dal 1850 l'inchiostro si diffuse in tutto il mondo.

Circa dieci anni dopo, la versione sintetica della composizione a base di olio, fu portata sul mercato inglese, perfezionata, collaudata e resa ancora più durevole nel tempo!