Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Storia > Che cos’è la NATO?

Che cos’è la NATO?

Stampa

Il 4 aprile 1949 veniva firmato il Trattato del Nord Atlantico dai 12 Paesi fondatori (Italia inclusa). Nasceva così la Nato. Scopri di più con noi!

La NATO (North Atlantic Treaty Organization) - è un'organizzazione internazionale che ha come scopo la cooperazione e la difesa degli Stati membri.

Si tratta in sostanza di un'alleanza in cui i Paesi membri s'impegnano a collaborare per risolvere pacificamente le crisi internazionali e, qualora la via della diplomazia dovesse fallire, contribuire con soldati e risorse per intraprendere missioni militari volte alla risoluzione di eventuali minacce.

COME NACQUE LA NATO?

Negli anni immediatamente successivi alla Seconda Guerra Mondiale, il mondo si trovava essenzialmente diviso in due "blocchi" spartiti tra le due grandi vincitrici del conflitto: quello occidentale aveva come guida gli Stati Uniti, quello orientale invece ricadeva sotto il controllo dell'Unione Sovietica.

Dopo gli accordi di pace, queste due superpotenze cominciarono a sfidarsi per la supremazia globale e in diverse occasioni si arrivò ad un passo dallo scoppio di nuova guerra mondiale combattuta a colpi di armi nucleari. Fortunatamente però questa accesa rivalità non degenerò mai in un diretto scontro armato (per questo si parla di Guerra Fredda) che probabilmente avrebbe causato la fine del Mondo.

Nella seconda metà degli anni '40 però ancora non si sapeva se la guerra sarebbe scoppiata o meno; i due "blocchi" quindi temevano che prima o poi qualcuno avrebbe attaccato l'altro.

Fu così che il 4 aprile 1949 le principali nazioni occidentali firmarono a Washington il Trattato del Nord Atlantico - conosciuto anche come "Carta Atlantica" o "Patto Atlantico" - un'alleanza politica e militare che, sotto la tutela degli Stati Uniti, creava un fronte compatto contro le eventuali aggressioni di nemici stranieri.

I Paesi fondatori erano 12 : Stati Uniti (ovviamente), Francia, Italia, Regno Unito, Belgio, Danimarca, Paesi Bassi, Canada, Portogallo, Islanda, Lussemburgo e Norvegia.

Un accordo simile - sebbene meno "democratico" venne successivamente stipulato tra i Paesi ad influenza sovietica nel 1955 (Patto di Varsavia).

A COSA SERVE LA NATO?

La Nato, la cui sede è a Bruxelles, oggi conta 29 membri (nei decenni ci sono stati sei "allargamenti") e coopera con la UE nello sviluppo delle politiche europee - e internazionali - perseguendo tre principi chiave: deterrenza (ossia lo scoraggiamento di eventuali minacce tramite diplomazia, sanzioni ecc...), gestione delle crisi e sicurezza cooperativa.

La Nato dunque si occupa di mantenere la sicurezza e la stabilità delle Nazioni che ne fanno parte: se uno Stato membro viene attaccato, gli alleati reagiscono. Finora l'unico caso simile è avvenuto in occasione dell'attentato dell'11 settembre 2001.

Questa organizzazione però s'impegna anche in missioni per il mantenimento della pace (packeeping) come in Bosnia nel 1995-1996 o in Kosovo (1999).

COME É ORGANIZZATA LA NATO?

L’organo di vertice della NATO è il Consiglio Atlantico (NAC) che può riunirsi a livello di Rappresentanti Permanenti dei Paesi membri, di Ministri – a cadenza periodica si organizzano riunioni dei Ministri degli Esteri e della Difesa – e Capi di Stato e di Governo. Vi è poi il Comitato Militare, formato dai Capi di Stato Maggiore della Difesa dei Paesi membri, che assiste il Consiglio Atlantico e ne mette in pratica le decisioni in campo militare.

Tutte le decisioni della Nato devono essere prese all'unanimità.

L'attuale Segretario Generale è il norvegese Jens Stoltenberg.