Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Storia > 11 settembre 2001: cadono le Torri Gemelle di New York

11 settembre 2001: cadono le Torri Gemelle di New York

Stampa

Diciotto anni fa l'attentato alle Twin Towers cambiava il mondo per sempre. Quel giorno persero la vita migliaia di innocenti e si aprì una nuova guerra al terrorismo islamico.

L' 11 settembre 2001 è una data indelebile nella mente di tutti: due aerei si schiantarono contro le Torri Gemelle del World Trade Center di New York, un terzo aereo si lanciò sul Pentagono (ossia sull'edificio del comando militare degli Stati Uniti) e un quarto precipitò su un campo nello stato americano della Pennsylvania.

Tutti e quattro gli aerei erano stati dirottati dai terroristi islamici dell'organizzazione chiamata al Qaeda, controllata dal criminale internazionale Bin Laden, già coinvolto nel 1998 in attentati terroristici contro le ambasciate statunitensi in Kenya e Tanzania.

Le vittime furono 2.083, tra passeggeri degli aerei e persone che in quel momento erano al lavoro nelle Twin Towers.

LA TRAGEDIA IN DIRETTA

Televisioni, radio, giornali, internet hanno reso partecipe tutto il pianeta di quello che accadeva tramite filmati in diretta. Migliaia di persone che si trovavano nelle vicinanze della tragedia hanno aiutato i sopravvissuti, incastrati sotto le macerie. Milioni e milioni di persone hanno vissuto quelle drammatiche ore in diretta internet e tv.

In quegli istanti stava cambiando il mondo per come lo conoscevamo!

L'astronauta americano Frank Culbertson, che in quelle ore era in orbita intorno alla Terra a bordo dell'International Space Station, in compagnia di due cosmonauti russi, non sapendo cosa stesse succedendo a terra, mentre passava con la stazione spaziale proprio sopra New York, ha fatto un video del fumo che si alzava sopra Manhattan.

UNA FERITA CHE CAMBIÒ IL MONDO

Molti di voi non erano ancora nati o erano piccolissimi, ma quell'evento micidiale ha cambiato per sempre la storia del mondo perché, in seguito a quell'attacco dei terroristi, solo un mese dopo (il 7 ottobre 2001), l'America ha dapprima invaso l'Afghanistan, paese dell'Asia Centrale ritenuto la base dei terroristi di al Qaeda e rifugio del loro capo Bin Laden. E poi, nel 2003, ha invaso anche l'Iraq perché, mentendo, dicevano che il dittatore iracheno Saddam Hussein possedeva armi di distruzione di massa (ossia potentissime) e aveva finanziato gli attentati di Bin Laden.

Oggi, dopo ben 18 anni, la situazione in Afghanistan è ancora senza pace e lo stesso accade in Iraq. E un nuovo terribile attore ha preso il posto di al Qaeda: si chiama Isis.

Fatevi raccontare dai vostri genitori e dai nonni cosa stavano facendo in quel momento, e come hanno vissuto la tragedia
Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche