Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Storia > 10 invenzioni cinesi che hanno cambiato il mondo

10 invenzioni cinesi che hanno cambiato il mondo

Stampa

Lo sapevate che la carta, i fiammiferi e gli spaghetti hanno qualcosa in comune? Sono tutte state inventate in Cina. Scopri allora le 10 invenzioni cinesi che hanno cambiato la storia del mondo!

Il mondo non sarebbe lo stesso senza le invenzioni dei cinesi che in tempi antichissimi hanno avuto delle geniali intuizioni su materiali e oggetti che sono ancora di uso comune.Alcune delle invenzioni cinesi si sono poi diffuse in Occidente (o sono state migliorate) molti secoli, se non millenni! Pensiamo, ad esempio, alla stampa a caratteri mobili, alla polvere da sparo (e le armi derivate) ma soprattutto la carta e l'inchiostro e... scopriamo 10 invenzioni cinesi che hanno cambiato il mondo!

Su molte di queste (e altre) invenzioni del Sol Levante sono in molti a contendersi la paternità e la gara alla testimonianza e al reperto più antico è continuamente aperta!

Ecco la top 10 delle invenzioni cinesi!

1) LA CARTA  (II secolo a.C.)

Una delle invenzioni più famose provenienti dalla Cina è la carta. I libri di storia  ne attribuiscono l'invenzione a T'sai Lun (o Cai Lun), un funzionario imperiale che nel 105 d.C mise a punto un sistema per ricavare dei fogli a partire da pezzi di stoffa usata.

Nel tempo poi la lavorazione della carta si affinò, impiegando fusti di bambù o paglia di riso per ricavare materiali maggiormente adatti a diventare un supporto dove poter scrivere con facilità.

2) LA BUSSOLA (239 a.C. circa)

La bussola permise le grandi scoperte geografiche degli esploratori europei, ma venne inventata in Cina.

I cinesi infatti scoprirono il campo magnetico della Terra e che un ago, opportunamente magnetizzato, finiva sempre per indicare il Nord.

Tale novità però non fu subito sfruttata per scopi particolarmente utili: nei primi secoli dalla sua invenzione - avvenuta intorno al III secolo a.C - la bussola era usata come un gioco per stupire il pubblico. Solo in un secondo momento, verso l'anno Mille, fu utilizzata per rivoluzionare i metodi di navigazione, che fino ad allora si orientavano sulla posizione delle stelle.

3) LA BARA  (5.000 a.C.)

Ok, non è proprio un oggetto ben augurante, ma è utile per evitare che la decomposizione dei corpi infetti l'ambiente circostante. E lo inventarono i cinesi.

Nel sito archeologico della provincia Shaanxi - dove venne rinvenuto il celebre 'esercito di terracotta' - sono state infatti ritrovate bare risalenti ad oltre 7.000 anni fa.

4) I FIAMMIFERI (VI secolo)

Sebbene un po' diversi da quelli cui siamo abituati, già nel VI secolo i cinesi usavano bastoncini di  legno di pino impregnati di zolfo per accendere il fuoco. In realtà, per funzionare, il fuoco doveva già essere acceso, e quindi questi rudimentali fiammiferi, imbevuti di sostanze infiammabili, servivano per accendere altri falò.

Gli inglesi migliorarono la trovata.

5) LA PORCELLANA  (anno 1000 circa)

Il finissimo ed elegante tipo di ceramica noto come porcellana vide la sua realizzazione per la prima volta durante la Dinastia Tang (tra il VII ed il X secolo d.C).

Nei secoli l'arte della porcellana venne perfezionata fino a raggiungere raffinatezze artistiche tali da guadagnarsi l'apprezzamento di Arabi ed Europei, che la diffusero in tutto il mondo allora conosciuto.

6) LA CANNA DA PESCA  (IV secolo)

Questa è forse una delle invenzioni dalle origini più incerte, ma antiche raffigurazioni mostrano personaggi intenti a pescare da una canna con lenza.

Probabilmente la pratica nacque indipendentemente in diverse zone del globo, ma i reperti cinesi sono le attestazioni più antiche rinvenute fino ad oggi.

7) I FUOCHI D'ARTIFICIO (X-XI secolo)

I fuochi artificiali cinesi sono famosi in tutto il mondo, soprattutto grazie al Capodanno, che ogni volta riserva spettacoli davvero mozzafiato.

Essi nacquero in seguito all'invenzione della polvere da sparo (altra grande "esclusiva" dei cinesi) probabilmente sotto la Dinastia Song. All'inizio la demarcazione tra fuochi pirotecnici e utilizzo bellico era molto sottile, ma con il passare del tempo i maestri artificieri impararono a creare effetti sempre più elaborati.

Non pensate però ai moderni e coloratissimi fuochi: la colorazione delle esplosione avvenne solo nel Settecento!

8) GLI SPAGHETTI (2400 - 1900 a.C.)

Cari amici italiani e amanti della pasta, rassegniamoci: gli spaghetti, o noodle, sono nati in Cina, almeno come forma.

Gli spaghetti cinesi infatti non erano (e tutto non sono) fatti con il grano duro come i nostri, ma con soia, frumento o riso. probabilmente fu Marco Polo a far conoscere in Europa questa pietanza facile da preparare.

E noi italiani ne facemmo buon uso!

9) LA CARTA IGIENICA (589)

Ma come, anche lei? Certo, non quella che conosciamo oggi (inventata in America a metà del 1800), ma una sua antenata.

Gli antichi imperatori cinesi infatti, già nel VI secolo utilizzavano della carta per pulirsi dopo aver fatto i propri bisogni. Era un grande lusso, poiché la carta non era certo a buon mercato come adesso.

10) I CARATTERI MOBILI PER LA STAMPA (1031-1095) 

Questa potrebbe sorprendere. Ci hanno sempre detto che fu Gutenberg nel 1455 ad inventare la stampa a caratteri mobili, ed è vero... Ma in Europa!

In Cina esisteva già dal 1041, grazie al tipografo Bi Sheng, che introdusse caratteri mobili incisi nel legno. Naturalmente la stampa di Gutenberg era più funzionale grazie all'utilizzo di materiali diversi (es: il piombo); in più il diverso contesto socio-economico favorì la diffusione della sua invenzione rispetto a quella cinese, relegata ai confini orientali.

Mica male, eh!

ULTIME NEWS
Il furto della Gioconda
Condividi
Museo Nazionale d’Abruzzo
Condividi