Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Sondaggio | Genitori e gruppi di classe su WhatsApp. Che cosa ne pensi?

Sondaggio | Genitori e gruppi di classe su WhatsApp. Che cosa ne pensi?

Stampa
Sondaggio | Genitori e gruppi di classe su WhatsApp. Che cosa ne pensi?
Pixabay

A lanciare l'allarme sono i presidi: basta con le chat di classe dei genitori. Il rischio, infatti, è che vengano usate in maniera "offensiva e smodata". E che ci si insulti per nulla! I tuoi genitori sono in una chat di classe? E' giusto che la usino? Rispondi al nostro sondaggio, di' la tua!

Una chat di classe. Fatta come gruppo di WhatsApp tra genitori di bambini e ragazzini di una stessa classe. In molte scuole, ogni sezione ha il suo gruppo. C'è per esempio quella che si chiama "Quelli della seconda C" o "Genitori dei bambini della prima A". 

 

In questo gruppo WhatsApp i genitori si scambiano informazioni di servizio, come la data della prossima festa a scuola, i compiti da fare a casa per il giorno successivo. Eppure, a volte, si scade nell'insulto. O si iniziano a fare pettegolezzi di ogni tipo su maestre e insegnanti, proprio come solo i grandi sanno fare.
 

Da questioni nate dal nulla possono scatenarsi discussioni micidiali.

Giuste o sbagliate queste chat di gruppo? Fanno solo perdere tempo? Scatenano l'anima più combattiva dei genitori? 

Partecipa al sondaggio e di' la tua!

 

Genitori in una chat di classe su WhatsApp: secondo te servono a qualcosa?
E' giusto che i tuoi genitori siano in una di queste chat?