Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Scienze > Svegliarsi al mattino? E’ merito dei neuroni giganti

Svegliarsi al mattino? E’ merito dei neuroni giganti

Stampa
Svegliarsi al mattino? E’ merito dei neuroni giganti
Ipa

Perché ci si sveglia al mattino? Secondo i ricercatori è tutto merito dei neuroni giganti, nei quali c'è un gene che produce un enzima che fa aumentare il flusso di sangue che ossigena i tessuti e favorisce così il risveglio. Incredibile!

È stato scoperto da alcuni ricercatori il segreto del meccanismo che ci fa svegliare la mattina, che ci tiene in contatto con l'ambiente e dal quale dipendono il pensiero e il linguaggio.

Lo rivela nei dettagli uno studio pubblicato sulla rivista Pnas e realizzato da alcuni scienziati coordinati dalla neurobiologa Inna Tabansky dell'americana Rockefeller University.

Sono i neuroni giganti ad attivare il meccanismo che consente il risveglio mattutino

È merito dei neuroni giganti se ci svegliamo la mattina. A questi sono collegate anche funzioni complesse, quali la capacità di valutare la realtà e la consapevolezza di se stessi.

Gli esperti sono arrivati a capirlo mediante lo studio della 'scatola nera' del cervello, che è un'area poco compresa, il cui nome specifico è "nucleo gigantocellulare" (NGC).

 Nei neuroni giganti c'è un gene che fa rilassare i vasi sanguigni

Il risultato può contribuire a comprendere meglio alcune malattie in cui tale meccanismo non funziona in modo corretto, come, ad esempio, il disturbo bipolare e il deficit di attenzione.

In particolare, i ricercatori hanno identificato i geni attivi nei neuroni giganti e hanno visto che in essi è attivo un gene che produce un enzima che fa rilassare i vasi sanguigni, aumentando il flusso di sangue che ossigena i tessuti. Questo contribuisce a creare uno stato di 'risveglio generalizzato' che, nell'uomo, è quello che mantiene consapevoli durante le ore di veglia.

Vuoi saperne di più? Leggi l'approfondimento 10 incredibili curiosità sul cervello umano