Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Scienze > Scoperti nel deserto del Sahara resti di piante coltivate 10.000 anni fa

Scoperti nel deserto del Sahara resti di piante coltivate 10.000 anni fa

Stampa
Scoperti nel deserto del Sahara resti di piante coltivate 10.000 anni fa
Pixabay

Presso il sito archeologico di Takarkori (Libia) sono stati scoperti milioni di resti vegetali: tantissimi semi di piante e cereali selvatici coltivati da uomini della preistoria circa 10.000 anni fa. Incredibile!

Nel Sahara (Africa) sono stati rinvenuti milioni di resti vegetali: si tratta di centinaia di migliaia di semi, appartenuti a piante e cereali selvatici coltivati da agricoltori della preistoria, a partire da 10.000 anni fa.



Ritrovati a Takarkori milioni di resti vegetali di 10000 anni fa 


 



La ricerca è stata realizzata presso il sito archeologico di Takarkori (in Libia) e offre la testimonianza di millenni di lavorazione e stoccaggio. Infatti, tra 10.000 e 8.000 anni fa, prima cacciatori-raccoglitori e poi, tra 7.000 e 5.500 anni fa, pastori hanno messo in pratica forme di coltivazione di cereali selvatici, senza che queste piante venissero mai selezionate e 'domesticate'.



 



Il ritrovamento è stata effettuato dalla 'Missione archeologica nel Sahara', diretta da Savino di Lernia, di Sapienza Università di Roma. Alla spedizione hanno partecipato anche i botanici dell'Università di Modena e Reggio Emilia. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Nature Plants.



Una forma sofisticata di coltivazione e di stoccaggio


 



La scoperta ha un significato chiaro per i ricercatori: per ogni fase di trasformazione ambientale, piante ed esseri umani hanno dovuto affrontare sfide e sviluppare strategie adattive.



 



Infatti, il team di studiosi ha dato una prova evidente di una forma antica molto sofisticata di coltivazione e stoccaggio, mediante il ritrovamento di milioni di resti vegetali, tra i quali 200.000 semi erano disposti in piccoli gruppi circolari. 



 



Ti interessa saperne di più? Leggi qualcos'altro sulla scienza e sul mondo scientifico e anche sull'archeologia



GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA