Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Scienze > L’intelligenza artificiale riesce a dormire

L’intelligenza artificiale riesce a dormire

Stampa
L’intelligenza artificiale riesce a dormire
ipa agency

Due ricercatori italiani hanno creato un'intelligenza che riesce a dormire. Imparerà anche a sognare come noi?

Sembra davvero assurdo, ma ora l'intelligenza artificiale riesce a dormire. Due scienziati italiani,  Alberto Fachechi e Adriano Barra, hanno messo a punto un'intelligenza artificiale che riesce a passare da uno stato di veglia, dove assorbe informazioni come noi esseri umani, a uno stato di sonno. Lo studio dei due scienziati italiani è stato pubblicato su Neural Network.

Come è fatto questo tipo di intelligenza artificiale

L'A.I che si ispira alle reti neurali biologiche, le reti artificiali neurali, non è in grado di dormire in modo automatico e istintivo e ha un grado di memorizzazione delle informazioni di gran lunga minore rispetto al cervello umano.

Perciò i ricercatori italiani ne hanno programmata una estensione, ispirata ai meccanismi del sonno e del sogno nei cervelli di mammiferi, che può passare da uno stato "di veglia", in cui il sistema è sveglio e assorbe informazioni, come noi umani, a uno stato di sonno, in cui cancella le informazioni assorbite da sveglio, ma solo quelle inutili. Quelle utili invece le rende più "forti" memorizzandole.

Perché è tanto importante il fatto che l'intelligenza artificiale riesce a dormire?

I due ricercatori hanno scoperto che senza la fase di sonno, il numero massimo di bit immagazzinati in ogni neurone di questo tipo di intelligenza artificiale è pari a 0,14 bit; dopo il ciclo di sonno invece la nuova intelligenza artificiale ha immagazzinato 1 bit per neurone.

 L'intelligenza artificiale riesce a dormire. Ma può anche sognare?

No, per ora l'intelligenza artificiale utilizza il sonno "solo" memorizzare le informazioni raccolto durante la veglia (come facciamo noi). Gli studi però sono in corso anche nel campo dei sogni.

L'intelligenza artificiale che scrive come un essere umano

Poco tempo fa il ricercatore Elon Musk aveva creato un'intelligenza artificiale in grado di scrivere notizie, proprio come farebbe un essere umano. Potrebbe essere usato per scopi illegali, come, per esempio, quello di generare notizie false o recensioni negative.

Per questo motivo i codici di questo tipo di intelligenza sono super segreti, in attesa di capire come potrebbe essere utilizzata a scopo... benefico!