Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Scienze > Che cos’è lo zero assoluto?

Che cos’è lo zero assoluto?

Stampa
Che cos’è lo zero assoluto?
Pixabay

Cosa significa quando in chimica o in fisica si parla di "zero assoluto"? E come si misura? Scoprilo con Focus Junior!

Lo zero assoluto è la temperatura più bassa che teoricamente si possa raggiungere in qualsiasi sistema termodinamico. Per capire appieno questo concetto, è però bene precisare alcuni aspetti.

Differenza tra Scala Celsius e la Scala Kelvin

La temperatura di un corpo o di un ambiente può essere misurata mediante due scale:

Scala Celsius

È quella più conosciuta perché usata quotidianamente (ad esempio per sapere il clima o impostare il calore del forno) e si basa su due punti fissi che ne regolano i vari gradi: il grado 0, quando l'acqua si solidifica diventando ghiaccio e il grado 100, quando l'acqua inizia a bollire.

Questa scala però non copre tutte le temperature possibili, poiché in molti casi esse possono facilmente scendere sotto la soglia dei 0°C o superare i 100°C (basta pensare all'inverno, quando la temperatura cala spesso sotto lo zero o al calore della lava, ben sopra i 100°C!)

| Pixabay

Scala Kelvin

Questa è invece una scala assoluta che parte dal punto più basso raggiungibile da una temperatura (lo zero assoluto appunto).

273,15 Kelvin (o K, cioè l'unità di misura di questa scala) è l'equivalente del grado 0 della scala Celsius misura.

Lo zero assoluto (0 K) è invece convertibile in -273,15° C.

Cosa accade quando si raggiunge lo zero assoluto?

La temperatura è data dall'energia scaturita dagli atomi in movimento. Quando si registra uno zero assoluto, significa che l'energia termica è assente e, pertanto, gli atomi sono immobili!

Ciò avviene perché l'entropia (cioè il livello di "disordine" degli atomi che accresce man mano che aumenta il calore) viene totalmente meno, lasciando le microscopiche particelle senza spazio e energia per potersi muovere.

Non è quindi possibile scendere sotto lo zero assoluto?

Teoricamente no, anche se un esperimento del 2013 di alcuni scienziati tedeschi è riuscito ad "intrappolare" il livello di entropia di un sistema pur facendone aumentare per qualche secondo l'energia, riuscendo così, seppur per pochi istanti, a scendere sotto lo zero assoluto.