Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Chi è stato il primo uomo che ha provato a volare? E chi c’è riuscito?

Chi è stato il primo uomo che ha provato a volare? E chi c’è riuscito?

Stampa

L'uomo ha sempre ammirato il volo degli uccelli e provato a imitarlo. Per millenni, però, questo sogno si è infranto sotto il peso delle leggi della fisica e di esperimenti non riusciti, fino a quando... Scopri chi è stato il primo uomo a volare!


L'uomo ha sempre cercato di volare : secondo il mito greco, Dedalo e Icaro si costruirono ali con piume di uccello tenute assieme con la cera d'api. Ma Icaro morì, precipitando a terra, per essersi avvicinato troppo al Sole che, con il suo calore, sciolse la cera e distrusse le ali.
Nel 1617 Fausto Veranzio , filosofo e inventore dalmata (ossia della Dalmazia) pare si sia  lanciato da una torre, a Venezia, con un paracadute (e sopravvisse). Di sicuro, però, c'è solo il fatto che scrisse un libro intitolato Machinae Novae , nel quale descrisse e illustrò 49 innovazioni tecnologiche. Tra cui, appunto, il paracadute immaginato da Leonardo da Vinci .

 

Ci furono poi  molti altri tentativi di volo  usando  aquiloni e altri strani congegni  ma tutti, fallirono, spesso portando a morte  i malcapitati inventori .
Il primo vero volo fu compiuto dai francesi  Jean-François Pilâtre de Rozier e François Laurent d’Arlandes : il 21 novembre 1783 volarono nel cielo di Parigi per 26 minuti a bordo di una mongolfiera riempita di aria calda.

 

Nel 1891  il tedesco Otto Lilienthal  fece il primo volo di successo usando un  apparecchio volante  di sua invenzione, simile a un odierno deltaplano .
Per staccare definitivamente e con successo  i piedi dell'uomo da terra  si dovette  aspettare fino al 17 dicembre 1903 , quando  fratelli americani Wilbur e Orville Wright  fecero  il primo volo su un aereo a motore  che restò in aria 12 secondi e percorse  36 metri:  il mondo era cambiato per sempre.