Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Perché nel cucchiaio l’immagine riflessa è a rovescio?

Perché nel cucchiaio l’immagine riflessa è a rovescio?

Stampa
Perché nel cucchiaio l’immagine riflessa è a rovescio?

Chi non si è mai specchiato in un cucchiaio? Ci si vede capovolti lo sappiamo tutti. Ma sapete perché? Scopriamolo insieme!

Il cucchiaio ha una parte convessa (quella che NON contiene il brodo, per capirci), in cui l’immagine riflessa si deforma ma resta dritta: è il caso degli specchietti retrovisori esterni delle auto che, in più, mostrano gli oggetti inquadrati anche più lontani di quanto in realtà siano.

Sulla parte concava invece (quella con cui raccogli la minestra), l’immagine appare capovolta sia in orizzontale sia in verticale. Tutto dipende dal fuoco, ossia il punto in cui i raggi di luce riflessi da uno specchio convergono, e dalla distanza tra lo specchio e l’oggetto riflesso (cioè noi).

 

Se ci troviamo a una distanza maggiore del fuoco, che è dalla stessa parte dell’osservatore, l’immagine si capovolge. Se, invece, la distanza è inferiore rispetto al fuoco, l’immagine appare ingrandita ma dritta.

 

In pratica, se attacchiamo il naso alla sua parte concava il cucchiaio ci riflette "normalmente". Solo che siamo troppo vicini per poterci vedere.