Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Curiosità scientifiche > Perché gli aerei non cadono?

Perché gli aerei non cadono?

Stampa
Perché gli aerei non cadono?
Shutterstock

Come mai gli aerei, così pesanti, riescono a volare e, soprattutto, a non cadere? Ecco la spiegazione e un esperimento! Volare... per credere!

In molti, ogni volta che viaggiano e salendo la scaletta dell'aereo si trovano ad ammirare le imponenti ali e la pesante fusoliera del mezzo, si pongono sempre la stessa domanda:  «ma come diavolo fa una cosa del genere a stare su?»

LA SPIEGAZIONE

In realtà ci sono molte ragioni per cui un aereo riesce a stare sospeso nel cielo invece di cadere a terra come una pera matura, ma la più importante è riconducibile alla forma delle ali, che hanno il lato superiore curvo mentre quello inferiore è piano. A causa di questa curvatura, infatti, durante il volo l'aria scorre intorno alle ali a velocità differenti: più rapidamente sopra, dove è maggiore la superficie da coprire, più lentamente sotto. Il risultato è una minore pressione dell'aria sul lato superiore: l'ala viene letteralmente risucchiata in su, con una spinta verticale dal basso verso l'alto chiamata portanza.

Naturalmente, perché tutto funzioni occorre la spinta orizzontale di un motore che costringa l'aria a scorrere intorno alle ali.

L'ESPERIMENTO

Se ancora non sei convinto e l'idea di affrontare un lungo viaggio ti preoccupa, prova a fare questo esperimento che ti convincerà della veridicità delle leggi fisiche che permettono all'aereo di non cadere: prendi un cucchiaio e, tenendolo per l’estremità del manico, avvicina la parte convessa (cioè quella curvata all'insù) al rubinetto aperto (che simula il flusso d’aria): il cucchiaio non è respinto, ma risucchiato dal getto d’acqua, che invece viene deviato in senso opposto.

ULTIME NEWS
Chi erano i Samurai?
Condividi