Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Perché al mondo esiste il razzismo?

Perché al mondo esiste il razzismo?

Stampa
Perché al mondo esiste il razzismo?

Conosci qualcuno che sia o che abbia comportamenti razzisti o discriminatori? Cosa gli diresti per convincerlo che al mondo non deve esistere il razzismo?

Un lettore di Focus Junior ci ha detto: "se l’uomo avesse un cervello più grande non sarebbe razzista!". In effetti, il nostro cervello, per gestire l'immensità d'informazioni che riceve, tende a classificare il mondo all’interno di categorie che, però, non sempre corrispondono al vero . Da questa necessità nascono anche gli stereotipi, cioè luoghi comuni o pregiudizi diffusi e tramandati (tipo "gli italiani sono mafiosi" o "i rom rubano") che sono alla base del razzismo. E diventano pericolosi soprattutto quando, da semplici pensieri, si traducono anche in azioni che discriminano qualcuno solo perché fa parte di una certa categoria. Gli scienziati, invece, hanno dimostrato che esiste una sola specie: quella umana. Il razzismo non esisterà più quando le generazioni smetteranno di trasmetterlo: iniziamo noi?