Categories: Tabelline

3 modi divertenti per imparare le tabelline

Se oggi le tabelline ti sembrano difficili e noiose, un giorno ripenserai soddisfatto a tutti gli sforzi fatti per impararle. Infatti per saper calcolare il tempo che passa, o la distanza in chilometri fino al mare, o ancora valutare una spesa e quanto deve darci di resto il barista, bisogna sapere bene le tabelline. Tutto parte da lì.

Monica Puggioni è insegnante di matematica e autrice della sezione di matematica dei testi scolastici per la scuola primaria delle Edizioni Giunti Del Borgo. Ecco un metodo divertente per imparare le tabelline consigliato da lei.

1 – DISEGNANDO S’IMPARA

Quando si devono imparare le tabelline a memoria ci sono due modi che si devono sapere:
–       la sequenza ordinata come per esempio: 2, 4, 6, 8, 10, 12, 14, 16, 18, 20.

–       le operazioni con il risultato, per esempio: 2×3=6    2×4= 8    2×5=10

Per cominciare, concentrati e impara a memoria la sequenza ordinata di ogni tabellina.

Come si può fare per riuscirci con facilità e successo?

Primo. Ricordarti che la moltiplicazione è un’addizione ripetuta. Per esempio, 3×5 corrisponde a 3+3+3+3+3, ossia 3 per cinque volte!
Secondo: utilizza i disegni per memorizzare le addizioni ripetute.

Per esempio, disegna delle motociclette che rappresentano la tabellina del due. Ogni moto ha due ruote, vero?

Appoggia il dito sulla prima moto e conta due, spostalo sulla seconda e conta altre due ruote, e ottieni quattro e così via.

Quando sarai arrivato all’ultima riga di motociclette avrai imparato la tabellina del due.

Usa le eliche per la tabellina del tre, il quadrifoglio per quella del quattro, le mani per il cinque, il fiore per il sei , la coccinella per il sette, il polipo per l’otto, le carte da gioco per il nove e le uova per il dieci.

2 – LE SO GIÀ

Questo trucco è un portento! Dopo aver imparato per bene la tabellina del due scoprirai che per ogni tabellina nuova conosci già alcuni risultati. Sai perché? Basta invertire i fattori. Infatti, per esempio,  3×2 ha lo stesso risultato di 2×3.

Nella tabellina del quattro conosci già 4×2 ossia 2×4, 4×3 ossia 3×4.

In questo modo scoprirai di sapere già gran parte delle tabelline più difficili da memorizzare. Parola d’ordine: invertire i fattori!

3 – LE MINI TAVOLE

La Tavola Pitagorica è troppo grande e ti spaventa con tutti quei numeri?

Non è un problema! Puoi superare tranquillamente la tua paura con qualche taglietto.

Fotocopia una Tavola Pitagorica e ritagliala: otterrai tante “mini tavole”. Scegline una, completala e studiala. In seguito studia tutte le altre, una per volta… Alla fine le saprai tutte!

This post was last modified on 30 agosto 2021 9:14

Share
Published by
FPS Media FPS Media

Recent Posts

FJ Lab di Halloween: il cerchietto con lama Fake(VIDEO)

Spaventare gli amici fingendo di avere un coltellaccio... tra i capelli: ecco il cerchietto con…

16 ottobre 2021

L’asteroide misterioso che ha ispirato la storia di Sodoma e Gomorra

Secondo uno studio durato 15 anni si pensa che un asteroide intorno al 1650 a.C.,…

16 ottobre 2021

10 storie di bambini coraggiosi che hanno cambiato il mondo

Da Greta Thumberg a Malala, passando per molti giovani meno noti ma egualmente meritevoli: ecco…

16 ottobre 2021

Giornata Mondiale dell’Alimentazione: cosè?

Il 16 ottobre è la Giornata Mondiale dell'Alimentazione, un appuntamento nato per tutelare l'importanza del…

15 ottobre 2021

Nuovi libri per ragazzi da leggere subito

Come si fa a non leggere il nuovo catastrofico libro di Matt? E come sarà…

15 ottobre 2021

Shoah: i bambini di Terezín

Una collezione di disegni e poesie realizzati dai bambini di Terezín e conservati nel Museo…

15 ottobre 2021
Loading