Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Italiano > Fj Lab di scrittura: creiamo una storia infinita

Fj Lab di scrittura: creiamo una storia infinita

Stampa
Fj Lab di scrittura: creiamo una storia infinita
Shutterstock

A cosa serve la scrittura? Secondo Platone è “una medicina per la memoria”. Ma non è utile solo per se stessi, ma anche per creare legami. Sperimentiamolo con questo Lab

Platone, un famoso filosofo vissuto in Grecia tanti secoli fa, raccontava la storia del dio Theut, inventore dei numeri, del calcolo, della geometria, dell’astronomia e anche della scrittura.

CURA PER LA MEMORIA

Un giorno Theut andò a presentare ciascuna delle sue invenzioni al re dell’Egitto, Thamus, che si fece spiegare l’utilità di ciascuna arte. Quando arrivò il momento di spiegare i bene ci della scrittura, Theut disse che quella conoscenza avrebbe reso più sapienti e più capaci di ricordare perché la scrittura poteva essere descritta come la medicina della memoria. Vediamo se le cose stanno proprio così.

VIAGGIO NEL TEMPO

Che cosa succede quando sei a scuola e la prof spiega? Prendi appunti o ti basta ascoltare per ricordare e capire? Per comprendere bene una cosa, spesso è necessario leggerla più volte ma questo è possibile solo perché quelle parole sono state scritte. Altre volte, invece, lo scrivere, che è un’azione, aiuta a far ricordare le cose. In più, è solo grazie alla scrittura che il sapere può essere trasmesso nei secoli, compreso il mito del dio Theut, che fu scritto 2.385 anni fa.

Se fosse stato soltanto raccontato a voce, anche nel caso fortunato che fosse giunto no a noi, certamente non avremmo ascoltato l’originale, perché ogni persona, anche senza volerlo, avrebbe cambiato alcune parole, altre le avrebbe dimenticate e altre ancora aggiunte.

SEGRETI

Quando si scrive qualcosa, lo si fa sempre perché c’è qualcuno che lo legge: dal giornale al libro, dalla lettera alla lista della spesa. Anche quando si scrive un diario segreto, solo apparentemente non c’è destinatario. Il destinatario, in realtà, c’è: siamo noi stessi!

Infatti si scrive anche per conoscersi meglio, per sfogarsi del fatto che i genitori facciano di tutto per non capirci, per confidare quei pensieri che non si possono dire a nessun altro...

RELAZIONI

La scrittura, inoltre, serve anche a creare legami tra le persone.

Attraverso le storie che gli scrittori scrivono, infatti, conosciamo un po’ anche chi le ha scritte. O meglio: possiamo conoscere il suo unico e particolare modo di raccontare il mondo, reale o di fantasia; e tutto sempre grazie alla traccia lasciata dalla scrittura, che permette di creare infiniti ponti tra presente, passato e futuro, tra vivi e morti, tra persone che vivono in continenti diversi e che mai potrebbero entrare in contatto se non grazie agli articoli di giornale, alle mail, alle storie... che creano una grande e vasta rete in grado di unire tutte le persone della Terra.

Ogni volta che ci troviamo di fronte a un testo scritto, è come se ci trovassimo di fronte all’infinito perché infiniti sono i modi in cui le parole di un testo possono essere combinate tra loro. Prova a fare questo esperimento.

CHE COSA SERVE

  • 1 paio di forbici
  • 1 colla stick
  • 1 scatola
  • 1 fotocopiatrice
  • fogli bianchi

PROCEDIMENTO

1 - Insieme ad alcuni amici o alla vostra famiglia, prendete il vostro libro preferito, scegliete un brano e fotocopiatelo o stampatelo o fate una scansione della pagina (se è scritto piccolo conviene fare un ingrandimento). Ogni partecipante deve avere una copia e, poi, ritagliare le parole che compongono il testo e sparpagliarle sul tavolo.

2 - Usando le parole che ha ritagliato e che fino a un attimo prima componevano la sua storia preferita, ognuno dovrà provare a inventare una nuova storia, incollando le parole tagliate su un foglio bianco.

3 - Alla fine confronta quello che hai inventato tu con quello che hanno pensato gli altri e, poi, tutti insieme riponete i testi dentro in una scatola su cui avrete scritto: “Maneggiare con cura, contiene infinito”.

4 - Quando ne avrete voglia potrete riprovare a creare altre storie. Anche l’esperimento, infatti, può essere ripetuto... all’infinito!

Quando l'emergenza sarà finita, riproponete questo gioco ai vostri amici, sarà un bellissimo modo per conoscervi meglio!

Lab a cura di Ilaria Rodella