Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Italiano > Da dove viene l’aggettivo “tedesco”?

Da dove viene l’aggettivo “tedesco”?

Stampa
Da dove viene l’aggettivo “tedesco”?
Shutterstock

Se in Spagna si parla lo spagnolo, in Francia il francese e Italia l'inglese, perché in Germania si parla... Tedesco?

Vi siete mai chiesti perché noi italiani ci riferiamo alla lingua parlata in Germania chiamandola "tedesco"?Dopotutto in Spagna si parla lo spagnolo, in Greci il greco e in Inghilterra l'inglese. Perché allora in Germania non si parla il "germanese"?

In inglese, ad esempio, la Germania si chiama Germany e i suoi abitanti, logicamente, parlano German. Da noi invece il nome del Paese e quello della lingua non si assomigliano...

UN'ORIGINE ANTICA

A guardare bene, l'aggettivo "tedesco" è ben più simile a quello utilizzato nella stessa Germania. Nella lingua di Beethoven infatti il tedesco è deutsch (e la Germania è la Deutschland).

Un caso? per niente.

Nel Medioevo infatti nelle zone dove sorge l'attuale nazione tedesca si parlavano perlopiù due lingue: il latino, che era la lingua dei dotti, delle leggi e della Chiesa, e una specie di dialetto popolare, usato dal volgo e nelle forme colloquiali. Tale linguaggio veniva chiamato "theodisce", traducibile come "lingua del popolo",

Da questo termine derivò "deutsch", mentre nel Belpaese - dove fin dai tempi degli antichi Romani ci si riferiva alle genti di quel posto come Germani o "popoli germanici" - s'impose l'uso dell'aggettivo italianizzato "tedesco".

NOTA BENE: la lingua tedesca medievale era molto diversa da quella odierna. Nel Medioevo, più o meno ai tempi di Carlo Magno, comparve l'Alto tedesco che però non era nemmeno il theodisce parlato dal popolo che fece nascere l'aggettivo nostrano. Bisogna aspettare il XV secolo e l'opera di Martin Lutero per assistere allo sviluppo del tedesco moderno.