Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Italiano > Come si scrive? > Si scrive a fianco o affianco? Ecco le risposte a questo dubbio e ad altri simili

Si scrive a fianco o affianco? Ecco le risposte a questo dubbio e ad altri simili

Stampa
Si scrive a fianco o affianco? Ecco le risposte a questo dubbio e ad altri simili
Pixabay

A posto o apposto? Tuttuno o tutt'uno? Ecco come non sbagliare più!

Quante volte siamo stati colti dal dubbio: si scrive a fianco o affianco? tutt'oggi o tuttoggi?

La lingua italiana, nella sua grande varietà, presente diverse parole la cui pronuncia può trarre in inganno e portarci a sbagliare la corretta forma ortografica. E spesso i dubbi ci colgono nei momenti meno opportuni, magari quando stiamo scrivendo un tema o una mail importante.

Per evitare figuracce quindi, sciogliamo ogni dubbio...

PAROLE UNITE

Queste parole si scrivono unite:

  • Altrimenti
  • Apposta
  • Chissà
  • Davanti
  • Dopodomani
  • Dovunque
  • Finora
  • Nonché
  • Piuttosto
  • Purtroppo (e non l'orribile "pilutroppo"!)
  • Talvolta
  • Tuttavia

PAROLE SEPARATE

Queste invece, vanno scritte separate:

  • A fianco (quindi NON affianco)
  • A posto (NO Apposto)
  • D'accordo
  • D'altronde
  • Poc'anzi
  • Quant'altro
  • Senz'altro
  • Tra l'altro
  • Tutt'altro
  • Tutt'e due
  • Tutt'oggi
  • Tutt'uno

PAROLE CHE SI POSSONO SCRIVERE SIA UNITE CHE SEPARATE

Ci sono poi parole che consentono entrambe le forme, sia unite che separate:

  • Anzitempo o anzi tempo
  • Anzitutto o anzi tutto
  • Cosicché o così che
  • Dappertutto o da per tutto
  • Dopotutto o dopo tutto
  • Manodopera o mano d'opera
  • Nondimeno o  non di meno
  • Oltremodo o oltre modo
  • Perlomeno o per lo meno
  • Sennò (informale, meglio non scriverlo nei temi!) o se no
  • Suppergiù o su per giù
  • Tuttora o tutt'ora

FONTE: Accademia della Crusca