Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Italiano > Come si scrive? > Basi di grammatica e di ortografia italiana: le regole di Q e CQ

Basi di grammatica e di ortografia italiana: le regole di Q e CQ

Stampa

Questo articolo è dedicato alle regole di grammatica per usare correttamente la lettera -q e le sue varianti -cq e -qq! Imparale bene e sbalordisci i tuoi compagni. E la prof...

"Un cuoco, squotendo un miscuglio di acua e farina, mise a socquadro l'intera cucina"... 
Nella frase che hai appena letto  ti sembra che ci siano degli errori ? Se la risposta è no oppure è che ci sono 2 errori o 4 errori, allora è meglio che  fai un ripasso e leggi questo articolo  sulle regole di  -q -cq  e  -qq .

 

La regola principale

La regola da ricordare è semplice : Quando la -u è SEGUITA da una vocale , allora si dovrà scrivere Q
     Es: Qu a derno (la vocale -a segue le lettere -qu)
Quando invece la lettera che segue la -u è una CONSONANTE , si dovrà scrivere CU
    Es: Cu c ina
Purtroppo però non è tutto così semplice perché la lingua italiana, un po' dispettosa, ha delle eccezioni:
La parola SOQQUADRO (che vuol dire confusione, scompiglio) è l'unico vocabolo della lingua italiana ad avere due -Q
Le parole cosiddette " CAPRICCIOSE " cioè quelle parole in cui,  anche se la -u è seguita da vocale, la forma scritta usa ugualmente CU: Nomi : SCUOLA, CUOCO, CUORE, CUOIO, CIRCUITO, TACCUINO (ecc..)
Aggettivi : VACUO, PROMISCUO, PROFICUO, COSPICUO, INNOCUO (ecc..)
Verbi : PERCUOTERE, CUOCERE, CIRCUIRE, EVACUARE (ecc..)

 

E le parole con -CQ?

Dobbiamo ricordare anche le parole che presentano la  coppia -CQ. Per esempio :
ACQUA e i suoi derivati  (ACQUARIO, ACQUARELLO, RISCIACQUO...)
- Alcuni verbi in alcune declinazioni ( ACQUISTARE, ACQUIETARE, TACQUE, GIACQUE, NACQUERO, PIACQUERO ..)
Fonte: M.Catucci, "Il Quaderno delle Regole di Italiano", Fabbrica dei segni Editore.
Impara anche  quando si scrive -sce e quando -scie
Dubbi sulla grammatica?  Impara come si scrive il plurale dei nomi che finiscono in -cia e -gia  e come si scrive il plurale dei nomi che finiscono in -ni e -gni

Scritto da Niccolò De Rosa