Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Italiano > Avverbi > Scopri tutto sul mondo degli avverbi

Scopri tutto sul mondo degli avverbi

Stampa

Una guida per imparare tutto sugli avverbi: primitivi, derivati, di tempo, di moto di luogo...

L' avverbio è una parte invariabile del discorso e serve per modificare o precisare il significato di un verbo, di un aggettivo o di un altro avverbio.
In base alla forma gli avverbi si suddividono in:
- PRIMITIVI : radice + desinenza
es. bene, male
- DERIVATI : si formano aggiungendo i suffissi -mente e -oni
es. velocemente
- COMPOSTI : unione di più parole
es. in+fatti
- LOCUZIONI AVVERBIALI : insieme di più parole con un unico significato
es. di corsa, di fretta, di sopra, di sotto...
Ed ecco uno schema per sintetizzare!

Ogni avverbio può inoltre essere:
di MODO rispondendo alla domanda "come?"
es. bene, male, forte, piano, tristemente
di TEMPO rispondendo alla domanda "quando?"
es. ieri, oggi, poco fa, talvolta...
di LUOGO rispondendo alla domanda "dove?"
lì, qui, sopra, sotto...
di QUANTITA ' rispondendo alla domanda "quanto?"
poco, tanto, troppo, assai

di GIUDIZIO o VALUTAZIONE
es. negativamente, positivamente
       
di AFFERMAZIONE
es. sì, certo, senza dubbio...
 
di NEGAZIONE
es. no, non, niente affatto...
di DUBBIO
es. forse, probabilmente, quasi quasi...
PRESENTATIVO
es. ecco
INTERROGATIVO
es. dove? quando? come? perché?
ESCLAMATIVO
es. come! quanto!
Ogni avverbio inoltre possiede dei gradi e può essere:
- POSITIVO
es. velocemente
- COMPARATIVO di 3 tipi

di MAGGIORANZA
es. più velocemente
di MINORANZA
es. meno velocemente
di UGUAGLIANZA
es. tanto velocemente quanto
- SUPERLATIVO di 2 tipi
ASSOLUTO
es. velocissimamente
RELATIVO
es. il più velocemente
Ricordati inoltre che per distinguere gli avverbi dalle altre parti del discorso basta ricordarsi che:
- gli aggettivi accompagnano sempre un sostantivo e concordano con quello in genere e numero, mentre gli avverbi no.
es. Luigi aveva molta fame: molta è aggettivo
     Gianpiaolo ha studiato molto: molto è un avverbio e si riferisce al verbo
- le congiunzioni collegano sempre due elementi, mentre gli avverbi si riferiscono ad uno solo.
es. Gli avversari fecero come ci aspettavano : come lega fecero e ci
     Come sei bravo a recitare! : come non lega nulla, è un avverbio esclamativo
- le preposizioni introducono sempre un sostantivo o un pronome
es. Sopra la sedia c'è il gatto: sopra è una proposizione
     Guarda il tavolo, sopra ho lasciato lì le chiavi: sopra è un avverbio
- le particelle ci e vi possono essere o pronomi o avverbi . Quando indicano stato in luogo o moto da luogo, sono avverbi, in tutti gli altri casi pronomi.
es. Ci sono i pesci nel lago: ci è avverbio
     Ora vi racconterò la mia storia: vi è pronome

E ora prova a creare gli avverbi da queste parole:
TRISTE, VELOCE, MORBIDO, EDUCATO, LENTO, COMPLETO, LEGGERO, OTTIMO!

 

 

 

 

Clicca sul bottone rosso per imparare ancora più cose sugli avverbi

 

ULTIME NEWS