Gli avverbi di modo, di tempo, di luogo e tutti gli altri | Prima parte

 Stampa
avverbi-prima-parte_01

Ecco la guida per imparare tutto, ma proprio tutto, sugli avverbi di modo, di tempo e di luogo!

L'avverbio è una parte invariabile del discorso e serve per modificare o precisare il significato di un verbo, di un aggettivo o di un altro avverbio.

 

In base alla forma, gli avverbi si suddividono in

- PRIMITIVI: radice + desinenza 
es. bene, male
- DERIVATI: si formano aggiungendo i suffissi -mente e -oni
es. velocemente
- COMPOSTI: formati dall'unione di più parole
es. in+fatti
- LOCUZIONI AVVERBIALI: insieme di più parole con un unico significato
es. di corsa, di fretta, di sopra, di sotto...

 

Ecco uno schema per sintetizzare


 

 

 

 

Ogni avverbio può essere



di MODO rispondendo alla domanda "come?"
es. bene, male, forte, piano, tristemente...
di TEMPO rispondendo alla domanda "quando?"
es. ieri, oggi, poco fa, talvolta...
di LUOGO rispondendo alla domanda "dove?"
es. lì, qui, sopra, sotto...
di QUANTITÀ rispondendo alla domanda "quanto?"
es. poco, tanto, troppo, assai...
di GIUDIZIO o VALUTAZIONE 
es. negativamente, positivamente...
di AFFERMAZIONE
es. sì, certo, senza dubbio...
di NEGAZIONE
es. no, non, niente affatto... 
di DUBBIO
es. forse, probabilmente, quasi quasi...
PRESENTATIVO
es. ecco 
INTERROGATIVO
es. dove? quando? come? perché? 
ESCLAMATIVO
es. come! quanto! 

 

QUESTA ERA LA PRIMA PARTE DEL NOSTRO SCHEMA SUGLI AVVERBI. LEGGI LA SECONDA, DEDICATA AI

GRADI DEGLI AVVERBI


CLICCA QUI PER ANDARE ALLA SECONDA PARTE DELL'ARTICOLO DEDICATO AGLI AVVERBI

 

22 Settembre 2015 | Aggiornato il 06 Ottobre 2017
Non ci sono ancora commenti!
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!

SEGUICI        
ABBONATI
© 2016 Mondadori Scienza Spa | P.IVA 09440000157 | Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.