Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Discorso diretto e discorso indiretto: di che si tratta

Discorso diretto e discorso indiretto: di che si tratta

Stampa
Discorso diretto e discorso indiretto: di che si tratta
Shutterstock

Discorso diretto e discorso indiretto: come funzionano? Le differenze tra frasi dette e frasi riportate.

Discorso diretto e discorso indiretto sono due modi differenti di esprimere ciò che viene detto da qualcuno.

1) Marco: "Torno a casa!"
2) Marco disse di tornare a casa

Nell'esempio qui sopra sono presentate due frasi diverse il cui senso è comprensibile: Marco dice a qualcuno di tornare a casa. Nella prima frase però vengono scritte esattamente le parole pronunciate da Marco, mentre nel secondo caso si riporta la frase di Marco affidandosi ad un narratore.

Il primo, dunque, è un discorso diretto, mentre il secondo è un discorso indiretto.

DISCORSO DIRETTO

Nel discorso diretto si trascrivono le stesse parole pronunciate dai personaggi all'interno di segni grafici distintivi (< > " " - ).
Esso può essere introdotto dai due punti (  :  ) o venir inglobato nella frase come una citazione:

Es: Starò calmo, perché, come diceva mia nonna: "la pazienza è la virtù dei forti".

IL DISCORSO INDIRETTO

Nel discorso indiretto si racconta ciò che è stato detto, introdotto di norma con "che", "a", "di", "se".

Es: Ci comandò di fermarci e poi ci chiese se eravamo stanchi.

DA DIRETTO A INDIRETTO

Un discorso diretto può trasformarsi in un discorso indiretto (e viceversa), ma perché la frase sia comprensibile e grammaticalmente corretta si devono cambiare i segni di punteggiatura, i pronomi, i tempi e i modi verbali e gli eventuali aggettivi.

  • Punti e virgolette scompaiono
  • I pronomi personali e possessivi passano dalla prima o seconda persona alla terza
  • Se il verbo della reggente del discorso diretto è presente in un tempo passato:
    - il verbo presente della dipendente diventa imperfetto.
    - il verbo futuro della dipendente diventa condizionale passato.
    - il verbo passato della dipendente diventa trapassato.

ES: Michela disse: "Vi aspetto tutti alla mia festa!"---> Michela disse che ci avrebbe aspettato tutti alla sua festa

CONTINUA IL RIPASSO D'ITALIANO CON LE REGOLE DELL' APOSTROFO E DELL' ACCA