Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Grammatica | Aggettivi qualificativi e determinativi: scopriamoli insieme!

Grammatica | Aggettivi qualificativi e determinativi: scopriamoli insieme!

Stampa
Grammatica | Aggettivi qualificativi e determinativi: scopriamoli insieme!
Pixabay

Brutto, bello, buono, strano... l'aggettivo ha tanti modi per manifestarsi. Scopri insieme a noi gli aggettivi qualificativi e determinativi.

L'aggettivo, parola che deriva dalla forma latina adiectivus ,"ciò che si aggiunge", è appunto una parte variabile del discorso che viene inserita nella frase per  dirci qualcosa di più riguardo il nome cui l'aggettivo stesso fa riferimento. (E se vuoi ripassare i nomi, vai qui).

La grande categoria degli aggettivi è suddivisa a seconda della funzione che essi svolgono all'interno della frase: per caratterizzare il nome indicandone le qualità, si usano gli aggettivi qualificativi,  mentre per precisare attributi come possesso o quantità si utilizzano aggettivi determinativi.

A differenza degli aggettivi determinativi, gli aggettivi qualificativi si raggruppano in una "lista aperta", la quale può essere cambiata e ampliata  a secondo dell'evoluzione della lingua nel corso del tempo (vi è famigliare il caso del neo-aggettivo "petaloso"?)

AGGETTIVI QUALIFICATIVI E DETERMINATIVI

  • AGGETTIVI QUALIFICATIVI: indicano come è fatto un elemento (concreto o astratto), delineandone le qualità, sia positive che negative. ES: BELLO, STRANO, BASSO, TONDO, NOIOSO ecc...
  • AGGETTIVI DETERMINATIVI: determinano appunto certe caratteristiche del nome , in certi casi anche determinando il contesto della frase.

Essi si dividono in

  1. POSSESSIVI : indicano l'appartenenza (sia materiale che emotiva) di un elemento rispetto ad un altro elemento della frase che lo possiede.
    ES: "la TUA matita" , "casa SUA ", "il MIO fidanzatino".
  2. DIMOSTRATIVI : indicano la posizione di un elemento all'interno dello spazio e del tempo, rispetto a chi parla o chi ascolta.
    ES: QUESTO, QUELLO, QUELLA, TALE ...
  3. NUMERALI ORDINALI : indicano il posto d'ordine.
    ES: PRIMO, SECONDO, TERZO, CENTESIMO...
  4. NUMERALI CARDINALI : indicano quantità precise.
    ES: UNO, DUE, QUATTRO, MILLE.
  5. INDEFINITI : indicano quantità generiche, non precise.
    ES: POCO, MOLTO, TANTI, NESSUNO.
  6. INTERROGATIVI : si usano per introdurre delle domande.
    ES: "QUANTI anni hai?", "CHE cibo preferisci?"
  7. ESCLAMATIVI : servono per introdurre un'esclamazione.
    ES: "CHE meraviglia!", "QUAL buon vento!"  
    (Nota: aggettivi interrogativi ed esclamativi, sono identici, mutano solo nella funzione !)

FONTE: Il Quaderno delle Regole di Italiano di Milena Catucci, La Fabbrica dei Segni Editore.

IMPARA ANCORA RIPASSANDO I PRONOMI PERSONALI ITALIANI E IL VERBO ESSERE !