Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Geografia > Viganella, il paesino che d’inverno ha il sole grazie a uno specchio

Viganella, il paesino che d’inverno ha il sole grazie a uno specchio

Stampa
Viganella, il paesino che d’inverno ha il sole grazie a uno specchio

Viganella è un piccolo paese piemontese. Da novembre a febbraio le montagne che lo circondano bloccano i raggi del sole. Gli abitanti si sono abituati a vivere senza sole per circa ottantatre giorni all'anno, finché... Leggi la storia affascinante di questo paesino ombroso.

Viganella, paesino di montagna della Val d'Ossola ha poco più di un centinaio di abitanti. Questo piccolissimo paese ha da sempre anche una particolarità: da novembre a febbraio le montagne bloccano i raggi del sole, troppo basso sull'orizzonte.

 

Gli abitanti di Viganella si sono abituati a vivere per circa ottantatre giorni all'anno senza vedere la luce del sole, tanto che hanno deciso di festeggiare il ritorno della luce naturale, il 2 febbraio di ogni anno, con una grande festa.

 

Uno specchio d'acciaio di 40 metri che cattura il sole

 

Nel 2006 il sindaco Franco Midali e l'architetto Giacomo Bonzani pensarono a una soluzione alla condizione di buio costante. Fecero posizionare uno specchio d'acciaio di 40 metri quadrati sulla cima della collina di fronte a Viganella.

 

"In questo modo siamo riusciti a 'catturare' il sole e a illuminare la piazza e la chiesa del paese, riportando un po' di luce alla nostra comunità", ha spiegato Midali. "Lo scorso anno non abbiamo potuto attivarlo per problemi tecnici (il motore per farlo muovere e seguire gli spostamenti del sole si era guastato). Ma adesso è tornato a funzionare al meglio".

 

Negli ultimi dieci anni lo specchio è diventato quasi una meta di pellegrinaggio: le persone vengono da tutto il mondo per visitarlo. Addirittura, all'inizio, i cittadini avevano paura che potesse bruciare le case. E invece... è diventato un'attrazione turistica!

 

Ecco un interessante video su Viganella e il suo specchio

 

 

Per saperne di più sulla geografia, cliccate qui