Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Geografia > Che cos’è un fiordo?

Che cos’è un fiordo?

Stampa
Che cos’è un fiordo?
Shutterstock

Avete mai sentito parlare dei fiordi norvegesi? Di cosa si tratta? Ed esistono solo in Norvegia? Scopriamolo!

La parola fiordo deriva dal norvegese fjord, che più o meno si può tradurre con "porto" o "approdo". Esso indica infatti un braccio di mare che si insinua per svariati chilometri all'interno della costa, inondando antiche valli di origine glaciale o fluviale.

I fiordi sono una delle principali meraviglie della Natura proprio perché combinano l'elemento marino con le magnifiche pareti rocciose ricoperte di foresta, tipiche appunto della Norvegia.

COME SI SONO FORMATI I FIORDI?

La creazione di queste insenature si deve ai ghiacciai che, quando si ritiravano, lasciavano spazio all'acqua marina di inondare le conche in mezzo alle catene montuose, formando così delle enormi rientranze d'acqua che poi sono diventate i fiordi.

Esistono però anche fiordi di origine fluviale, dove le valli scavate dai corsi d'acqua sono finite per essere invase dal mare.

SONO SOLO IN NORVEGIA?

Benché il fiordo per eccellenza sia quello dell'area scandinava (Norvegia e Svezia), tali insenatura esistono in diverse parti del mondo, benché non tutti gli esperti siano concordi nel definirli veri e propri fiordi: dall'Islanda alla Groenlandia, dall'Irlanda alla nostra stessa Italia.

Nel Belpaese infatti sorgono formazioni definibili come "fiordi" lungo la meravigliosa Costiera Amalfitana, presso il paesino di Furore e le Bocche del Cattaro. Come già detto però, non tutti i geologi e geografi sono concordi nel considerarli veri e propri fiordi.