Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itScuolaItalianoGrammaticaQuali sono le figure retoriche di suono

Quali sono le figure retoriche di suono

Stampa
Quali sono le figure retoriche di suono
Shutterstock

Che cosa sono le figure retoriche di suono e come si individuano in un testo? Tra le più utilizzate, arricchiscono il testo donandogli ritmo e musicalità

Imparare tutte le figure retoriche può risultare davvero difficile, ma è necessario per poter analizzare bene un testo. Per esempio le figure retoriche nella poesia sono utili per capire cosa volesse dire un poeta quando ha scritto, oppure imparare le figure retoriche può essere fondamentale per interpretare un intero libro (per esempio un’allegoria come La Divina Commedia o 1984).

Un modo semplice per imparare tutto l’elenco delle figure retoriche è dividerle per tipo: oggi parliamo delle figure retoriche di suono.

Breve ripasso: cosa sono le figure retoriche

Per figura retorica si intende un modo di iscrivere, un’espressione letteraria, che ha l’obiettivo di creare un certo effetto all’interno di una frase. In pratica, è un modo che ha chi scrive di giocare con le parole e i versi per renderli più elaborati, più creativi, meno scontati. Le figure retoriche sono un ottimo modo per arricchire il proprio linguaggio e la propria scrittura, anche se alcune sono molto “pompose” e sono di preferenza applicabili alla poesia più che alla narrativa contemporanea! Prendi spunto da La pioggia nel pineto di D'Annunzio, ti renderai conto di quanto si può arricchire un linguaggio.

Quali sono i tipi di figure retoriche

Le figure retoriche possono essere suddivise in tre tipologie diverse a seconda della loro funzione:

Le figure retoriche di parola (o di ordine) sono quelle che giocano sulla disposizione dei termini all’interno di una frase o di un verso. Le figure retoriche di significato sono quelle – chiamate anche semantiche o di contenuto – che intervengono sul significato stesso dei termini, come per esempio l'ossimoro.

Infine, le figure retoriche di suono sono quelle che fanno riferimento alla fonetica: chi scrive le usa per dare musicalità al testo, arricchendone così il significato. Possono essere usate sia nella poesia che nella prosa.

Elenco figure retoriche di suono

Come abbiamo detto, le figure retoriche di suono sono molto importanti perché regalano musicalità e ritmo al testo, qualunque esso sia. Puoi usarle anche tu nei temi, per esempio, nei tuoi dialoghi oppure in altre parti del testo, come per delle descrizioni. Ecco quali sono le principali figure retoriche di suono che troverai in poesie e prosa:

  • Allitterazione: quando si ripetono vocali, oppure consonanti o ancora sillabe, all’interno di più vocali. Un esempio celebre? Nell’Inferno di Dante

esta selva selvaggia et aspra et forte

Che nel pensier rinova la paura

  • Assonanza: si tratta di parole che hanno un suono simile grazie alle vocali, ma non formano una rima, per esempio ukulele-bere
  • Consonanza: è l’opposto dell’assonanza, e cioè si tratta di parole che hanno le stesse consonanti ma vocali diverse, per esempio trattore-tirare
  • Onomatopea: parole inventate che imitano i suoni, per esempio il famoso “chiù” dell’assiuolo di Giovanni Pascoli

Venivano soffi di lampi

da un nero di nubi laggiù;

veniva una voce dai campi:

chiù...

Le onomatopee possono essere proprie (come appunto chiù, oppure toc toc, oppure fru), improprie (cioè parole che hanno un senso compiuto e suggeriscono un suono, come il frinire) o rappresentare un rumore preciso (per esempio balbettio, chiacchiericcio)

  • Paronomasia: si tratta di accostare due parole che hanno un suono simile ma un significato diverso, come in questi versi di Dante, dall’Inferno

...e non mi si partia dinanzi al volto

anzi 'mpediva tanto il mio cammino

ch'i' fui per ritornar più volte volto.

Le figure retoriche di suono sono molto importanti sia per analizzare i testi che per arricchirli. Quando scrivi, ricordati che non esistono solo similitudini e metafore e non dimenticarti di usarle, arricchiranno di molto la tua composizione!

CATEGORY: 1