Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > 7 consigli per finire velocemente i compiti delle vacanze (senza farli sbagliati!)

7 consigli per finire velocemente i compiti delle vacanze (senza farli sbagliati!)

Stampa

Vacanze estive e compiti: non vi piace questa accoppiata? Non fatevi spaventare e affrontate con serenità la sfida! Focus Junior vi svela qualche consiglio per finire velocemente i compiti delle vacanze, senza stress e senza errori. Anche se manca poco all’inizio della scuola, potete metterli in pratica e recuperare il tempo perduto.

Raramente le tanto agognate vacanze estive arrivano senza compiti: lo sappiamo, a tutti piacerebbe riposarsi anche dallo studio casalingo, ma è sempre meglio tenere allenato il cervello per arrivare a settembre più preparati, per affrontare il nuovo anno scolastico senza sforzi. 

 

L’importante è non lasciarsi spaventare dai compiti e, possibilmente, non arrivare a due giorni dal rientro a scuola per farli tutti! Per questo, vi sveliamo alcuni trucchi per finire velocemente i compiti delle vacanze, naturalmente senza farli sbagliati. 

 

1. Organizzare i compiti

I compiti che vi hanno assegnato o che vi sono rimasti da fare vi sembrano più del tempo a disposizione? Non allarmatevi: il problema non è avere poco tempo, ma non saperlo organizzare. Preparate da subito un piano di studio, settimanale o mensile, anche in base alle partenze e ai viaggi che farete con la famiglia. 

Così come gli atleti hanno le loro tabelle con tempi al decimo di secondo, immaginate di essere in gara ed allenatevi con l'orologio per ottimizzare il tempo, per stabilire quanti compiti ed in quanto tempo debbono essere portati a termine. Dedicate ai compiti qualche ora ogni mattina o al pomeriggio: in questo modo, eviterete di sovraccaricarvi e fare i compiti sarà una passeggiata. Se ad esempio avete 30 esercizi di matematica da svolgere, vi basterà farne un paio al giorno per completarli nel giro di due settimane.

 

2. Evitare le grandi abbuffate

Chi prima finisce prima gioca: questo è in effetti il principale risultato che si ottiene buttandosi sui libri appena finita la scuola, per poi non guardarli più fino a settembre. In realtà questo metodo ha una controindicazione: nell'essere troppo a lungo inattivi si rischia di dimenticare tutto!

 

3. Dosare la fatica

Alternate attività impegnative con altre meno impegnative. Inutile ad esempio concentrare in un unico giorno 4 temi di italiano e tutti i problemi di matematica: rischierete di fare male ogni cosa e di dover ricominciare da capo, perdendo così tanto tempo prezioso!

Pixabay

4. Riposare

Il proverbio “chi dorme non piglia pesci” potrebbe sembrare un invito a non dormire mai ed essere sempre svegli, ma in realtà per lo studio funziona al contrario: è sicuramente meglio riposare bene nelle ore notturne e dedicare le prime ore del mattino all’apprendimento. 

 

5. Concentrarsi

Separate il momento dello studio da quello del riposo e dello svago: evitate di mettervi alla scrivania con cellulare, pc, televisione o radio accesi. Eventuali messaggi o altro vi faranno perdere tempo e concentrazione. 

Pixabay

6. Fare merenda

Non dimenticate il cibo e le bevande come contributi energetici, soprattutto durante i mesi estivi. È fondamentale studiare nelle ore meno calde della giornata, preferibilmente al mattino dopo aver fatto un’abbondante colazione che darà l'energia indispensabile al corpo e vi aiuterà a concentrarvi.

 

7. Studiare in compagnia

“Buona compagnia, mezza la via”, si dice: ed in effetti, studiando in compagnia si fa meno fatica! Provate ad organizzarvi con i compagni di classe che abitano vicino casa per ripetere le materie orali o per svolgere insieme i compiti più difficili. E magari, dopo qualche ora di studio, potrete concedervi un po’ di svago insieme!

 

 

Fonti

"Chi vuol essere bravo a scuola" di Michela De Paoli (ebook)

"Come sopravvivere a scuola" di Roselia Irti

Studenti.Unimi